Approfondimenti » Migranti

269 risultati Rss Feed
Tunisia: «Non smetteremo di chiedere l’evacuazione, il sit-in non è finito»

Tunisia: «Non smetteremo di chiedere l’evacuazione, il sit-in non è finito»

I cinque mesi della protesta davanti alla sede dell'UNHCR: la Tunisia non è un paese sicuro

25 / 7 / 2022
Dopo lo sgombero del sit-in, il futuro della manifestazione è incerto. L’evacuazione resta una possibilità lontana, e la maggior parte dei manifestanti potrebbe essere costretta a rimanere in Tunisia, subendo le discriminazioni di un sistema razzista. In questo articolo conclusivo del nostro contributo alla rubrica «Rifugiati nel limbo tunisino», ormai tornati in ... »
Tunisia, 4 mesi per strada: 214 persone rifugiate o richiedenti asilo chiedono il ricollocamento in un Paese sicuro

Tunisia, 4 mesi per strada: 214 persone rifugiate o richiedenti asilo chiedono il ricollocamento in un Paese sicuro

25 / 5 / 2022
Un articolo di Riccardo Biggi, Valentina Lomaglio e Luca Ramello, tratto da Melting Pot Europa. Una nuova rubrica "Rifugiati nel limbo tunisino": uno spazio per raccontare, far conoscere e sostenere la protesta a Tunisi delle persone rifugiate e richiedenti asilo per ottenere il trasferimento per vie legali in un Paese sicuro.Prima parteRue du Lac 1, Tunisi: da più di un ... »
Diritto di fuga dall’Ucraina e razzismo selettivo

Diritto di fuga dall’Ucraina e razzismo selettivo

8 punti contro la violenza di tutti i confini

4 / 3 / 2022
Il movimento delle persone che lasciano l’Ucraina si intreccia con il transito delle e dei migranti provenienti da molti altri contesti. È necessario interrogarsi sulle categorie che utilizziamo per leggere gli attuali attraversamenti delle frontiere e assumere posture critiche verso tutti i confini.1. Le persone ucraine e tutte le altre. A fuggire in seguito ... »
Le proteste dei rifugiati in Libia e le gravi responsabilità italiane e dell’UE

Le proteste dei rifugiati in Libia e le gravi responsabilità italiane e dell’UE

Basta finanziare la Libia dei lager. Evacuare i rifugiati e revocare l'accordo Italia-Libia.

9 / 2 / 2022
Un articolo di Laura Morreale, tratto da Progetto Melting Pot Europa, sulla grave situazione delle persone rinchiuse arbitrariamente nei centri di detenzione libici. Nonostante i continui e ben documentati raccapriccianti abusi perpetrati nell’impunità per oltre un decennio, stati e istituzioni europee continuano a fornire supporto materiale e perseguire politiche ... »
La lezione di Riace

La lezione di Riace

19 / 1 / 2022
La vicenda giudiziaria che ha travolto Mimmo Lucano e Riace non è ancora finita, dovremo aspettare l’appello, quindi anni dati i tempi biblici della giustizia italiana. Eppure il senso politico e collettivo mi pare già più che definito. Non è necessario perdersi dentro le oltre novecento pagine delle motivazioni alla condanna contro Mimmo Lucano per capire che il ... »
Brennero - Altre morti di confine

Brennero - Altre morti di confine

Le due persone migranti morte al Brennero rappresentano l’atrocità dei confini nel generale silenzio delle istituzioni locali ed europee

22 / 12 / 2021
Sabato 18 dicembre alle 6.40 due persone sono morte investite da un treno a Terme di Brennero, a tre chilometri dalla frontiera. Ci sono voluti ben 70 minuti perché un macchinista di un altro treno si accorgesse che ad essere stati travolti erano due uomini. Si scoprirà solo in seguito che si trattava di due persone di nome Mohamed Basser, di 26 anni, e Mostafà Zahrakame, ... »
Definanziare il "Global climate wall"

Definanziare il "Global climate wall"

I Paesi super ricchi e inquinanti spendono più del doppio per le forze di polizia di frontiera rispetto ai finanziamenti per le misure di adattamento ai cambiamenti climatici.

15 / 12 / 2021
Sette Paesi tra i maggiori emettitori di gas serra investono più del doppio nei loro confini che nei finanziamenti per affrontare la crisi climatica. Tod Miller per Roar Mag analizza il rapporto dal titolo The Global Climate Wall, alla luce dell’ennesimo fallimento riscontrato alla COP 26 di Glasgow. Traduzione di Anna Viero.A settembre, in occasione di un incontro del ... »
Il traffico di esseri umani e la corruzione dietro alla tragedia dei migranti in Chiapas

Il traffico di esseri umani e la corruzione dietro alla tragedia dei migranti in Chiapas

13 / 12 / 2021
Sulla tragedia di Chiapa de Corzo, in cui hanno perso la vita 54 migranti e altri 105 sono rimasti feriti, grazie al prezioso lavoro di giornalisti e attivisti, cominciano ad affiorare tutti i retroscena di un sistema criminale che vede coinvolti trafficanti di esseri umani e istituzioni e che provoca morti, sfruttamento e sofferenza da una parte e ... »
Il Politecnico di Torino e l’accordo con Frontex

Il Politecnico di Torino e l’accordo con Frontex

Su Melting Pot l'intervista a Luca Rondi, autore dell’inchiesta pubblicata da Altreconomia

6 / 11 / 2021
Il 14 luglio scorso con un comunicato stampa [1], il Politecnico di Torino ha annunciato la vittoria di un bando da parte di un consorzio composto dall’Associazione Ithaca [2] - centro di ricerca “dedicato al supporto di attività umanitarie in risposta a disastri naturali” -, il Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio del ... »
Campi profughi, inferni alle porte d’Europa?

Campi profughi, inferni alle porte d’Europa?

L’opera deresponsabilizzante delle parole

27 / 2 / 2021
Lipa è un pezzo di terra bosniaco agganciato alla Croazia da una silenziosa boscaglia.In quella fitta successione di alberi, i significati delle parole diventano tenui e sbiaditi fino a trasformarsi. Tramite i significati, il linguaggio forma la realtà. Quando diamo i nomi alle cose, queste vengono al mondo, diventano quello che sono. La realtà non è prima delle sue ... »
1 2 3 4 5 6   »     Pagina 1 / 27