Mobilitazioni

58 risultati Rss Feed
Francia - #25A azioni contro l'ipocrisia del governo Hollande

Francia - #25A azioni contro l'ipocrisia del governo Hollande

In occasione della visita al festival di Bourges della Ministra della Cultura, decine di collettivi in tutta la Francia si sono mobilitati colpendo luoghi simbolo della riduzione di spese culturali e attacco ai diritti sociali.

25 / 4 / 2014
 Nella giornata nazionale di azioni dislocate in tutto il territorio francese, a Parigi i collettivi di precari e intermittenti dello spettacolo, sans papiers, postini e lavoratori del pubblico in sciopero da settimane hanno organizzato una data di mobilitazione comune.L'obiettivo era colpire luoghi simbolo e sensibili che rappresentassero al meglio i duri tagli alle ... »
Francia - "Siamo qui" contro la cultura della paura e del debito

Francia - "Siamo qui" contro la cultura della paura e del debito

Circa cinquanta persone hanno occupato lo studio del telegiornale più seguito dai francesi per informare sull' Accordo di indennizzo disoccupazione firmato il 22 marzo nella sede del Medef, sindacato padronale, dai sindacati dei lavoratori CFDT, CFTC e FO e dagli imprenditori.

10 / 4 / 2014
 8 aprile, alle 20 e 20,  subito dopo la messa in onda del discorso inaugurale all'Assemblée nationale del nuovo primo ministro Valls sulle politiche del governo per i prossimi anni, entrano in scena disoccupati, lavoratori precari, intermittenti e interinali accolti da un sorpreso ma subito rassegnato presentatore televisivo. Vogliono leggere un comunicato  che chiede una ... »
Francia - La lutte continue!

Francia - La lutte continue!

Intermittenti e precari si organizzano dopo lo sgombero del Carreau du Temple per generalizzare la mobilitazione contro le leggi che intensificano la precarietà. Occupato il centro per l'impiego di Laumière. Il 4 aprile mobilitazione contro il vertice parigino dei ministri europei della cultura.

28 / 3 / 2014
 Dopo lo sgombero del Carreau du Temple di domenica la rete degli intermittenti e precari dello spettacolo non si è affatto fermata. In questa settimana molte sono state le iniziative tra azioni, assemblee organizzative e dibattiti diffuse nella metropoli francese: la questione adesso è l'allargamento della composizione mobilitata per generalizzare l'opposizione ... »
Francia - intermittenti e precari occupano teatri, musei e centri culturali per tutelare welfare e lavoro

Francia - intermittenti e precari occupano teatri, musei e centri culturali per tutelare welfare e lavoro

Decine di migliaia in piazza per difendere il regime speciale di indennizzo disoccupazione in concomitanza con la scadenza della trattativa tra sindacati e imprese. A Parigi continua l'occupazione del Carreau du Temple.

22 / 3 / 2014
 Il 20 marzo, decine di migliaia di intermittenti e di precari insieme ai lavoratori dello spettacolo hanno manifestato e occupato teatri e musei a Parigi e Marsiglia, sedi Medef a Nantes, Digione, Lione, Avignone, Tolosa Maçon, Chalon sur Saône, in tutte la altre città ci sono state azioni e cortei mentre si stava svolgendo l'incontro per negoziare il futuro dei ... »
Francia - Se 507 ore vi sembrano poche...

Francia - Se 507 ore vi sembrano poche...

Gli intermittenti dello spettacolo continuano a mobilitarsi contro la soppressione del regime di indennità speciale richiesta dal sindacato degli imprenditori, il cui vertice sarà contestato da una mobilitazione nazionale il 20 marzo.

19 / 3 / 2014
L'appello nazionale dei sindacati, CGT, FO, FSU, Solidaires e dei collettivi degli intermittenti e precari ha mobilitato il 18 marzo decine di migliaia di  lavoratori in oltre 140 manifestazioni contro le politiche del lavoro del governo Hollande, cioé l'assegno in bianco di 30 miliardi di euro offerto alle imprese senza contropartita. Un ulteriore abbassamento del costo del ... »
Amburgo – Un altro esempio della strategia tedesca del riarmo

Amburgo – Un altro esempio della strategia tedesca del riarmo

9 / 1 / 2014
Quando in Russia, in Turchia o in Ucraina i governi attaccano i diritti fondamentali e la democrazia il governo tedesco fa finta di essere il guardiano della libertà e dei valori “giusti” criticando le pratiche autoritarie in questi paesi. Quando invece una massa di gente si riprende questi cosiddetti diritti in Germania per contestare le politiche di austerity e ... »
Francia - Liberté, Egalité, Fiscalité. I movimenti che dicono no

Francia - Liberté, Egalité, Fiscalité. I movimenti che dicono no

Dal "printemps français" ai berretti rossi bretoni, l'inventario dei contestatori parla di una società 'in panne'.

10 / 12 / 2013
 La "rivolta fiscale" scoppiata in Bretagna contro l'eco-tassa sul trasporto merci, pur nella sua dimensione regionalista, condensa la crisi che mina il paese e accende i riflettori sull'impotenza del governo Hollande a gestirla e ancora meno a risolverla. La Bretagna era riuscita a trasformarsi, una regione agricola tradizionalmente povera aveva cambiato rotta grazie ai ... »
Francia - " Non ci servono documenti per poter studiare"

Francia - " Non ci servono documenti per poter studiare"

Continuano le mobilitazione nei licei parigini e di altre città della Francia per la revoca delle espulsioni di Leonarda e Khatchik.

20 / 10 / 2013
 Un'altra giornata di mobilitazione ha toccato Parigi e altre città della Francia nella giornate di venerdì e di sabato. Sempre a partire da un grande protagonismo degli studenti liceali, le varie manifestazioni hanno continuato a rivendicare la revoca dei mandati di espulsione per Leonarda e Khatchik, i due adolescenti sans papiers espulsi nelle scorse settimane.Nella ... »
Treviso - Continuano le mobilitazioni per gli spazi sociali

Treviso - Continuano le mobilitazioni per gli spazi sociali

Il collettivo ZTL Wake up! lascia l'ex ufficio IVA e torna in città

23 / 5 / 2013
Il collettivo ZTL Wake up! continua con le iniziative per conquistare uno spazio sociale in città. Dopo essere entrati all'ex ufficio IVA sabato 18 maggio, ieri martedì 21 maggio gli attivisti hanno deciso di abbandonare lo stabile in quanto privo delle minime condizioni per cominciare a ragionare su qualunque progetto utile alla collettività.L'ennesima dimostrazione di ... »
Librerie invisibili a Venezia e non solo

Librerie invisibili a Venezia e non solo

6 / 4 / 2013
Pubblichiamo con dispiacere l'appello della Libreria Marco Polo di Venezia che annuncia la sua chiusura.È indubbiamente un momento difficile per chi fa cultura. Ogni giorno vediamo amici e colleghi arrancare in una crisi senza precedenti.Una crisi che ha radici profonde e che colpisce a 360 gradi chi ogni giorno lavora nel mondo della musica, del cinema, chi scrive, crea e ... »
«   1 2 3 4 5 6   »     Pagina 4 / 6