Mobilitazioni » Euromediterraneo

11 risultati Rss Feed
Ai nostri amici e alle nostre amiche bianchi

Ai nostri amici e alle nostre amiche bianchi

Contributo antirazzista al movimento sociale attuale da un punto di vista bianco

4 / 5 / 2018
Questo testo, apparso su Mediapart si iscrive in sostegno alla creazione del collettivo Riposte Antiraciste Populaire e in seguito al loro testo "Du racisme dans le mouvement social et étudiant"Noi non facciamo che riportare quello che queste organizzazione antirazziste hanno già detto, teorizzato e spiegato per molto tempo e da molti anni all’interno dei movimenti. ... »
La questione razziale nel movimento francese

La questione razziale nel movimento francese

4 / 5 / 2018
Pubblichiamo la traduzione del comunicato del collettivo Riposte Antiraciste Populaire (apparso in lingua originale su Mediapart) con annessa una contestualizzazione, necessaria per comprendere alcuni dei motivi che animano la scrittura del testo, scritta da attivisti e attiviste italiani a Parigi direttamente coinvolti nelle mobilitazioni universitarie e non di queste ... »
Like a rolling stone

Like a rolling stone

3 / 9 / 2015
Le prime applicazioni concrete della legge sulla “ Buona Scuola” sono come la pietra rotolante che si trascina dietro una gigantesca frana. Franano i diritti dei lavoratori, la loro dignità, la qualità del difficile e complesso lavoro dell’insegnamento, i principi stessi di una scuola pubblica solidale,egualitaria e cooperante in nome di una scuola azienda sottomessa ... »
Francia - Festival Resistenti. Intervista a un attivista della CIP e prossimi appuntamenti

Francia - Festival Resistenti. Intervista a un attivista della CIP e prossimi appuntamenti

Intervista a un attivista della CIP - Ile de France in mobilitazione ad Avignone. Prossima giornata di sciopero lunedì 7 luglio.

5 / 7 / 2014
 Non basteranno le anteprime degli spettacoli di apertura del Festival saltati.  Nonostante la pressione esercitata dalla direzione del Festival e l'imbonimento dei ministri dell' Interno e della Cultura per soffocare il Coordinamento degli intermittenti e dei Precari allo scopo di impedire che lo sciopero invadesse la Corte d'onore del Palazzo dei Papi di Avignone, la ... »
Francia - #25A azioni contro l'ipocrisia del governo Hollande

Francia - #25A azioni contro l'ipocrisia del governo Hollande

In occasione della visita al festival di Bourges della Ministra della Cultura, decine di collettivi in tutta la Francia si sono mobilitati colpendo luoghi simbolo della riduzione di spese culturali e attacco ai diritti sociali.

25 / 4 / 2014
 Nella giornata nazionale di azioni dislocate in tutto il territorio francese, a Parigi i collettivi di precari e intermittenti dello spettacolo, sans papiers, postini e lavoratori del pubblico in sciopero da settimane hanno organizzato una data di mobilitazione comune.L'obiettivo era colpire luoghi simbolo e sensibili che rappresentassero al meglio i duri tagli alle ... »
Francia - "Siamo qui" contro la cultura della paura e del debito

Francia - "Siamo qui" contro la cultura della paura e del debito

Circa cinquanta persone hanno occupato lo studio del telegiornale più seguito dai francesi per informare sull' Accordo di indennizzo disoccupazione firmato il 22 marzo nella sede del Medef, sindacato padronale, dai sindacati dei lavoratori CFDT, CFTC e FO e dagli imprenditori.

10 / 4 / 2014
 8 aprile, alle 20 e 20,  subito dopo la messa in onda del discorso inaugurale all'Assemblée nationale del nuovo primo ministro Valls sulle politiche del governo per i prossimi anni, entrano in scena disoccupati, lavoratori precari, intermittenti e interinali accolti da un sorpreso ma subito rassegnato presentatore televisivo. Vogliono leggere un comunicato  che chiede una ... »
Francia - La lutte continue!

Francia - La lutte continue!

Intermittenti e precari si organizzano dopo lo sgombero del Carreau du Temple per generalizzare la mobilitazione contro le leggi che intensificano la precarietà. Occupato il centro per l'impiego di Laumière. Il 4 aprile mobilitazione contro il vertice parigino dei ministri europei della cultura.

28 / 3 / 2014
 Dopo lo sgombero del Carreau du Temple di domenica la rete degli intermittenti e precari dello spettacolo non si è affatto fermata. In questa settimana molte sono state le iniziative tra azioni, assemblee organizzative e dibattiti diffuse nella metropoli francese: la questione adesso è l'allargamento della composizione mobilitata per generalizzare l'opposizione ... »
Francia - intermittenti e precari occupano teatri, musei e centri culturali per tutelare welfare e lavoro

Francia - intermittenti e precari occupano teatri, musei e centri culturali per tutelare welfare e lavoro

Decine di migliaia in piazza per difendere il regime speciale di indennizzo disoccupazione in concomitanza con la scadenza della trattativa tra sindacati e imprese. A Parigi continua l'occupazione del Carreau du Temple.

22 / 3 / 2014
 Il 20 marzo, decine di migliaia di intermittenti e di precari insieme ai lavoratori dello spettacolo hanno manifestato e occupato teatri e musei a Parigi e Marsiglia, sedi Medef a Nantes, Digione, Lione, Avignone, Tolosa Maçon, Chalon sur Saône, in tutte la altre città ci sono state azioni e cortei mentre si stava svolgendo l'incontro per negoziare il futuro dei ... »
Francia - Se 507 ore vi sembrano poche...

Francia - Se 507 ore vi sembrano poche...

Gli intermittenti dello spettacolo continuano a mobilitarsi contro la soppressione del regime di indennità speciale richiesta dal sindacato degli imprenditori, il cui vertice sarà contestato da una mobilitazione nazionale il 20 marzo.

19 / 3 / 2014
L'appello nazionale dei sindacati, CGT, FO, FSU, Solidaires e dei collettivi degli intermittenti e precari ha mobilitato il 18 marzo decine di migliaia di  lavoratori in oltre 140 manifestazioni contro le politiche del lavoro del governo Hollande, cioé l'assegno in bianco di 30 miliardi di euro offerto alle imprese senza contropartita. Un ulteriore abbassamento del costo del ... »
Francia - Liberté, Egalité, Fiscalité. I movimenti che dicono no

Francia - Liberté, Egalité, Fiscalité. I movimenti che dicono no

Dal "printemps français" ai berretti rossi bretoni, l'inventario dei contestatori parla di una società 'in panne'.

10 / 12 / 2013
 La "rivolta fiscale" scoppiata in Bretagna contro l'eco-tassa sul trasporto merci, pur nella sua dimensione regionalista, condensa la crisi che mina il paese e accende i riflettori sull'impotenza del governo Hollande a gestirla e ancora meno a risolverla. La Bretagna era riuscita a trasformarsi, una regione agricola tradizionalmente povera aveva cambiato rotta grazie ai ... »
1 2   »     Pagina 1 / 2