Lorenzo Feltrin » News

38 risultati Rss Feed
Marocco: Il giornalista Omar Radi ancora in carcere

Marocco: Il giornalista Omar Radi ancora in carcere

10 / 8 / 2020
Il giornalista marocchino Omar Radi è stato arrestato il 29 luglio a Casablanca ed è ora in carcere in attesa di processo. Da sempre critico della monarchia, e già militante del Movimento 20 Febbraio che nel 2011 aveva organizzato un ciclo di mobilitazioni di massa per la giustizia sociale e la democrazia, si era occupato di tutte le principali lotte per una distribuzione ... »
Il Regno Unito in quarantena

Il Regno Unito in quarantena

25 / 3 / 2020
Il 24 marzo anche il Regno Unito ha dichiarato la quarantena per tutto il paese, con uscite consentite solo per lavorare, fare la spesa, motivi di salute o altre gravi necessità e la possibilità di fare esercizio all’aperto una volta al giorno in gruppi non più grandi di due persone. Si conferma quindi il cambio di rotta del governo, che nel giro di pochi giorni è ... »
Free Koulchi: la campagna per la liberazione dei prigionieri di coscienza in Marocco

Free Koulchi: la campagna per la liberazione dei prigionieri di coscienza in Marocco

28 / 1 / 2020
Nelle settimane scorse in Marocco è stata avviata la campagna Free Koulchi (Liberare tutti) per chiedere la fine delle persecuzioni giudiziarie nei confronti di attivisti o anche semplici cittadini colpevoli di esprimersi apertamente contro il regime. Secondo il manifesto pubblicato sulla pagina Facebook della campagna: “Di fronte alla tensione sociale e allo ... »
Che cosa significa la sconfitta elettorale del Corbynismo per i movimenti?

Che cosa significa la sconfitta elettorale del Corbynismo per i movimenti?

16 / 12 / 2019
Quando alle dieci di sera del 12 dicembre la BBC ha annunciato i risultati degli Exit Poll, con 368 seggi per i conservatori e solo 191 per i laburisti, un brivido freddo ha percorso tutti coloro che avevano visto nel Labour di Jeremy Corbyn una possibilità reale di contrasto all’aumento delle disuguaglianze inaugurato dal Thatcherismo e aggravatosi ulteriormente dopo la ... »
La verità per Giulio Regeni e il “problema Salvini”

La verità per Giulio Regeni e il “problema Salvini”

15 / 6 / 2018
Sarà sfuggito a pochi il fatto che Matteo Salvini abbia liquidato quello che ha definito come il “problema Regeni” dicendo che “comprende bene la richiesta di giustizia della famiglia di Giulio Regeni. Ma per noi, l’Italia, è fondamentale avere buone relazioni con un Paese importante come l’Egitto”. Da un certo punto di vista, il contenuto di questa affermazione ... »
È un altro gennaio di contestazione sociale in tutta la Tunisia

È un altro gennaio di contestazione sociale in tutta la Tunisia

Articolo in aggiornamento

10 / 1 / 2018
Chi segue le mobilitazioni sociali in Tunisia sa che, per una serie di causalità e casualità inanellatesi nella storia del paese, si è cristallizzata una sorta di ciclicità che fa di gennaio il mese della contestazione sociale per eccellenza. Ma quest’anno è chiaro che la tempistica della protesta è anche direttamente legata all’entrata in vigore della legge di ... »
Tunisia - Approvata la legge di “riconciliazione”

Tunisia - Approvata la legge di “riconciliazione”

14 / 9 / 2017
Mercoledì 13 settembre il parlamento monocamerale tunisino ha approvato la cosiddetta legge di riconciliazione amministrativa, da anni combattuta dal movimento Manich Msamah (Io non perdono). Il provvedimento prevede l’amnistia per gli alti funzionari di stato che nell’epoca di Ben Ali furono implicati in casi di mala gestione delle finanze pubbliche, escludendo però ... »
Omicidio di Giulio Regeni - Riformalizzato il business as usual

Omicidio di Giulio Regeni - Riformalizzato il business as usual

17 / 8 / 2017
Un articolo a firma di Declan Walsh per il New York Times afferma: il giovane ricercatore venne ucciso dai servizi egiziani. Secondo il quotidiano, la Casa Bianca diede al governo italiano "prove esplosive" e, pur non rivelando tutto per non bruciare le proprie fonti, diede per certo che leadership egiziana sapeva tutto. L'inchiesta affronta anche altre questioni spinose, tra ... »
Tunisia - Blocchi delle compagnie petrolifere, muore un manifestante e decine di feriti, la polizia si ritira da Al Kamour

Tunisia - Blocchi delle compagnie petrolifere, muore un manifestante e decine di feriti, la polizia si ritira da Al Kamour

23 / 5 / 2017
Da oltre un mese una nuova ondata di blocchi stradali ha preso piede in Tunisia. Questa volta l'obiettivo principale sono stati i siti d'estrazione di gas e soprattutto di petrolio, e l'epicentro del movimento si trova nella regione desertica e sottosviluppata di Tataouine [1]. I manifestanti chiedono che una parte dei profitti dell'estrazione siano utilizzati per la ... »
Aggiornamento sulle mobilitazioni in Tunisia: Tataouine, Kef, Kairouan

Aggiornamento sulle mobilitazioni in Tunisia: Tataouine, Kef, Kairouan

13 / 4 / 2017
Nelle ultime settimane ha avuto luogo un altro episodio del ciclo di lotte tunisine per il lavoro stabile e lo sviluppo locale, sullo sfondo della visita del Fmi per sincerarsi del “progresso” delle riforme strutturali. Al centro dell’attenzione è la regione più meridionale e desertica del paese, Tataouine, di circa 150.000 abitanti. Tataouine si distingue per la ... »
1 2 3 4   »     Pagina 1 / 4