In occasione dell'evento internazionale "Parma, città europea dello sport"

Parma - La Paz!, calcio e antirazzismo

Tre giorni di eventi sullo sport e l'antirazzismo.

10 / 3 / 2011

In occasione dell'evento internazionale "Parma città europea dello sport", la squadra di calcio La Paz!, in collaborazione con la UISP di Parma, Forum Solidarietà e l'assessorato allo sport del Comune di Parma, ha organizzato tre appuntamenti per promuovere un'idea di sport antirazzista e solidale:

- Venerdì 18 marzo alle 20.30 presso il Circolo Inzani in via Moletolo 61: Convegno sullo sport e l’antirazzismo con la partecipazione di Mauro Valeri, scrittore e sociologo che ha diretto l’Osservatorio nazionale sulla xenofobia dal 1992 al 1996 e che dal 2005 è responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio;presenterà il suo ultimo libro "Che razza di tifo".

- Sabato 19 e domenica 20 presso il centro sportivo "Ceresini" di Moletolo: Torneo di calcio a 7 "Diamo un calcio all'esclusione”;

- Domenica 20 Marzo, alle ore 20:30, presso il Circolo Zerbini di Piazzale Santa Caterina 1 a Parma: Cena di autofinanziamento per La Paz! per sostenere un progetto di sport contro il razzismo e l'esclusione.

---

Il progetto La Paz!

Giugno 2010: Grazie all'Associazione Yabasta! Parma e al sostegno della UISP Parma, nasce la squadra di calcio antirazzista LaPaz!

LaPaz! è un progetto ideato per combattere, attraverso lo sport, il razzismo e le forme di discriminazione diffuse nella nostra società e per promuovere l’incontro e la relazione tra culture e persone diverse.

“La Paz” è il nome della squadra di calcio a 11 antirazzista e multiculturale che milita nel campionato amatoriale 2010/2011 della UISP Parma.

L'Italia brucia i talenti ,le leggi su interpretazione e concessione di cittadinanza sono discriminanti e lo sport si adegua ,arroccato su se stesso ,impaurito dalle trasformazioni del Paese negli ultimi anni.

Il calcio ha perso il suo ruolo originario di mezzo di aggregazione e socialità, centrando sempre di più i suoi interessi sull’aspetto economico.

I contratti milionari,calcio scommesse, vendita dei diritti televisivi e d’immagine, quotazioni in borsa delle società calcistiche, privatizzazione degli stadi e degli impianti sportivi, sono solo alcune delle tappe che hanno contribuito alla trasformazione dello sport più popolare d'Italia.

Ad aggravare questo scenario gli atteggiamenti razzisti da parte degli stessi giocatori e delle tifoserie.

A Parma, lo sforzo delle associazioni sportive e delle istituzioni locali per sviluppare attraverso lo sport progetti di integrazione e solidarietà è notevole e il progetto “La Paz!” va ad inserirsi in un contesto che già tanto sta facendo per promuovere il rifiuto del razzismo e la pratica sportiva solidale.

Il progetto “La Paz!” è pensato per svilupparsi all’interno del calcio amatoriale, ambiente non esente da fenomeni di razzismo che spesso producono l’allontanamento dei giovani dallo sport. “La Paz!” vuole promuovere la partecipazione di tutti allo sport e al calcio, a prescindere da luogo e cultura di provenienza, con lo scopo di stimolare e far crescere una cultura sportiva all’insegna dell’integrazione e del rispetto reciproco.

Il razzismo è spesso il prodotto di un contesto culturale caratterizzato da chiusure ideologiche ed ignoranza, dall’incapacità di confrontarsi e conoscere “l’altro”. Attraverso il progetto vorremmo invece sviluppare relazioni tra persone differenti che oggi condividono e vivono lo stesso spazio sociale, geografico e istituzionale, e costruire ponti tra culture apparentemente inconciliabili.

Spesso sono gli stessi migranti ad erigere muri tra la propria comunità di appartenenza e quella degli autoctoni: attraverso la pratica sportiva crediamo che anche questa forma di chiusura e isolamento possa essere abbattuta.

Il progetto ha la finalità di abbattere le barriere (sociali, culturali, politiche, religiose) che dividono le persone, e l’intento di costruire una squadra calcistica che condivida i valori dell’antirazzismo e della pace tra i popoli. La squadra, essendo composta da persone differenti tra loro, provenienti da parti diverse del mondo, rappresenta un'occasione per sperimentare concretamente progetti di integrazione sul territorio parmigiano.

---

Info per la cena di autofinanziament per La Paz:

Il Menù della serata:

- Lasagne;

- Cous cous di carne e vegetariano con verdure fresche di stagione;

- Pollo con cipolline dolci e sugo piccante

(ricetta centro africana, delle donne migranti della scuola di italiano "Perchè no");

- Pane di farina integrale biologica;

- Vino naturale e biodinamico del progetto "Valli unite" proveniente dai colli tortonesi;

- Caffè

La cucina si avvarrà di cuoche e cuochi appartenenti a diversi progetti di integrazione e solidarietà attivi nella città di Parma (l’ass. Perché no, l’ass. Ya Basta!, l’ass. Senza Frontiere).

I piatti verranno preparati con prodotti naturali e, dove possibile, a chilometro zero, grazie all'uso dei prodotti della "Mercatiniera", il mercatino delle genuine autoproduzioni che si svolge ogni primo e terzo sabato del mese nella Casa Cantoniera di Parma.

  Il prezzo della cena è di 20€ a testa.

Il ricavato andrà a finanziare il progetto "La Paz!" (attrezzature sportive, equipaggiamento sportivo dei migranti privi di mezzi, eventi di autoformazione sull’ antirazzismo, promozione di eventi volti all’inclusione e all’integrazione).

Domenica 20 marzo alle ore 20.30

presso il Circolo Zerbini di Piazzale Santa Caterina 1 (via Bixio) a Parma

  Vi aspettiamo numerosi per sostenere il nostro progetto di sport solidale e antirazzista!!

Per ulteriori informazioni e prenotazione:

Francesco 3299342066

Andrea 3403234126

(Vi preghiamo di far pervenire la vostra prenotazione entro giovedì 17 Marzo )

Bookmark and Share

Eventi