Spazio Precario Occupato

Parma - Arte e Autorecupero ad Art Lab

Una mostra di fotografia, pittura e scrittura nelle prime tre sale autorecuperate.

4 / 6 / 2011

Giovedì 9 giugno dalle ore 19.00

@ Art Lab Occupato

in Borgo Tanzi 26

---

DIMITRI CORRADINI: “Der Rattenfänger”

Dimitri rilegge la fiaba “il Pifferaio magico” in una visione contemporanea, illustrando il rapporto tra uomo e natura.  Il pifferaio rappresenta la natura, che attraverso la musica decide di liberare la città infestata dai ratti, a patto che le fabbriche e gli impianti che riversano gli scarichi sull’ambiente circostante, distruggendolo del tutto, vengano dimesse. Il mancato rispetto del patto da parte dei cittadini porterà il pifferaio, che impersona la natura, a vendicarsi. Quindici tele matita, china e acquerelli.

SANDRA MARTORANO: “CAMINANTES - LA STRADA DEL DESIDERIO”

Istantanee, a cura di Sandra Martorano, del percorso che ha portato alla nascita di Art Lab. Catturando sentimenti ed emozioni, facce e luoghi. Dove la politica si mischia con la vita e il desiderio diviene realtà. Sempre camminando.

NOEMI MARTORANO: “LO STRANIERO”

La mia passione per la fotografia nasce da un bagaglio culturale intrinseco della mia terra d'origine, la Campania, e dai posti che ho visitato vivendo per anni in Germania e Svizzera. Nel mio obiettivo voglio catturare frammenti di vita delle persone che solcano a passi indecisi la terra, cogliere i loro sguardi e i luoghi che essi vivono quotidianamente, scorciare attraverso i loro animi per trovare quello che celano anche a se stessi. il fotografo che piu ammiro è Steve McCurry, una persona che ha viaggiato in tutto il mondo vedendo le bellezze e i terrori che esso nasconde portandole a noi attraverso lo sguardo dei suoi soggetti. Ed è viaggiare, conoscendo la vita e catturarla in tutte le sue forme, la mia più grande ambizione.

SERENA BITETTI:  “ARTE POVERA”
Storie di vita vissuta, le cogli in un attimo,dal fraseggiare di due amanti,che l'amore han goduto ma presto l'han perduto. Dal pianto di un bambino e la mamma intanto porta in grembo un altro piccino. Poi ti giri di là, un caffè, un acqua ed un bicchiere di thè, tre vecchietti sono intenti, si sfidano a carte e intanto tu, dal bancone, ascolti i loro racconti di stenti. Il dolore di un amico lontanto per un parente perduto o per un figlio non goduto. Impari a guardare la realtà che ti circonda e a sfidare il mondo con le parole.

Bookmark and Share