arresti a Napoli

16 / 6 / 2009

Una lunga giornata di tensioni a Napoli, dove in mattinata è saltato l'incontro a Roma tra il sottosegretario al welfare Pasquale Viespoli, la Regione Campania, il prefetto di Napoli ed i movimenti dei disoccupati organizzati del progetto Isola (inserimento socio lavorativo in scadenza il 30 giugno).

Il governo infatti non si e' presentato all'importante appuntamento per decidere in nuovi investimenti per la costruzione dell'Agenzia Pubblica per il Territorio rivolto a circa 50.000 persone.

A Napoli contemporaneamente alla fumata nera di Roma i movimenti dei disoccupati sono scesi in piazza. Blocchi stradali in tutto il centro storico con innalzamento di barricate con i cassonetti dei rifiuti. Verso le 16 i disoccupati del Coordinamento di Lotta per il Lavoro, Udn, Sedile di Porto,Udo, ed altre liste hanno occupato la Stazione centrale di Napoli. Dopo oltre un'ora di occupazione la polizia ha caricato i disoccupati con un fitto lancio di lacrimogeni e cariche sui binari.

Il bilancio e' stato di 27 fermi, quasi tutte donne e numerosi feriti. In serata dalla Questura, dove si erano radunati i movimenti napoletani, sono state rilasciate 24 persone denunciate a piede libero per interruzione di pubblico servizio, tra cui un attivista della Cub, mentre 4 persone sono state condotte nel carcere di Poggioreale con l'accusa di lesioni aggravate a pubblico ufficiale. I movimenti napoletani si sono dati appuntamentoalle ore 9:00 di domani davanti al carcere di Poggioreale.

Bookmark and Share

Gallery