Vicenza - Facebook censura centinaia di utenti. Avevano pubblicato foto denuncia su Forza Nuova

28 / 11 / 2013

Rilanciamo questa breve nota tratta da nodalmolin.it, cogliendo l'occasione per sottolineare, ancora una volta, la perversa contradditorietà comunicativa ed informativa dei social network, che mentre vendono, gonfiando le tasche dei soliti noti, e passano, ruffianandosi il Potere di turno, i dati relativi ai propri utenti, così come è stato palesato dallo 'scandalo' NSA prodotto dal lavoro di Assange e Wikileaks. Lo sapevamo, abbiamo richiamato più volte l'attenzione sull'adesione acritica a questi importanti strumenti di socializzazione comunicativa. Certo è che questa volta siamo al paradosso: vengono censurati coloro che denunciano l'apologia del fascismo e del razzismo .... ... c'è da chiedersi ' ma chi controlla il controllore?!!'

Amara sorpresa questa mattina per centinaia di utenti vicentini (e non) di Facebook: il socialnetwork, infatti, ha censurato alcuni loro post. La colpa? Aver pubblicato nella propria bacheca foto-denuncia degli inquietanti messaggi postati da alcuni aderenti al gruppo neo-fascista di Forza Nuova .

Sabato 30 novembre, infatti, è in programma nella città berica un corteo di Forza Nuova. Centinaia di vicentini si sono mobilitati chiedendo a Prefetto e Questore di vietarlo e hanno pubblicato sulla propria pagina di Facebook foto di alcuni post degli esponenti vicentini di Forza Nuova. "Una vista della splendida cucina del mio nuovo hotel: grand hotel Mathausen"; "prossima apertura, parco vacanze immigrati", con le foto dei campi di concentramento, sono i post denunciati dagli utenti.

Ma Facebook, invece di bloccare gli autori, ha pensato bene di censurare i post di coloro che, questi messaggi razzisti, li hanno denunciati pubblicamente (tra cui, anche la pagina NoDalMolin). E così, in poche ore, centinaia di account sono stati bloccati e il socialnetwork ha chiesto agli utenti di rimuovere le foto denuncia per riattivare i profili.

Bookmark and Share

Gallery