Vicenza, #diritto di scelta- Sit in dei profughi fuggiti dalla Libia: "Permesso umanitario subito"

Prima iniziativa di protesta dei profughi ospitati a Vicenza per chiedere il rilascio dei permessi umanitari

22 / 4 / 2012

Sono una trentina i profughi fuggiti dal conflitto libico e attualmente ospitati dal Comune di Vicenza, che per la prima volta hanno deciso di uscire dal silenzio, svelando alla città la loro situazione. I volti sono segnati dalla stanchezza e dalla rassegnazione, due di loro si trovano attualmente ricoverati in ospedale per un crollo psicofisico. La situazione di stallo che sono costretti a vivere, sospesi in un limbo per il disinteresse del governo italiano nell’adottare dei provvedimenti, peraltro previsti dall’ordinamento giuridico, che consentano loro di poter tornare a vivere, è la molla che ha fatto scattare la protesta. Al loro fianco, all’esterno della struttura che li ospita, gli attivisti di Welcome Vicenza, l’Adl Vicenza, e la Polisportiva Independiente che nei mesi scorsi ha dato vita proprio assieme ai profughi ad una squadra di calcio, il Welcome Team. La richiesta al governo italiano è chiara, e ricalca quella contenuta nella petizione promossa dalla campagna #dirittodiscelta, sottoscritta da migliaia di persone in tutta Italia: rilascio immediato di un permesso di soggiorno per i richiedenti asilo provenienti dalla Libia. Questa sarà, come dicono i partecipanti all’iniziativa, solo una prima iniziativa, che sarà seguita da altre forme di mobilitazione, fino a quando il governo non si deciderà ad assumersi le proprie responsabilità.

Tratto da Melting Pot

Bookmark and Share

Vicenza- diritto di scelta

Vicenza #diritto di scelta, Olol Jackson