Stage Regione Veneto / Workopp: decine di lavoratori disoccupati non ricevono l’indennità promessa

9 / 3 / 2015

Nell’anno 2014 numerosi lavoratori disoccupati di lungo periodo partecipano a degli Stage/Tirocini promossi da Workopp (affiliata a Legacoop) e finanziati dalla Regione Veneto con i Fondi Europei. Dopo aver fatto oltre 650 ore di tirocinio (leggi LAVORO), alla fine del 2014 vengono a sapere che Workopp è in crisi, la Filiale di Treviso chiude e loro non ricevono alcuna indennità. A Febbraio del 2015 la Workopp viene dichiarata fallita.

Sono ormai passati diversi mesi dallo svolgimento della loro prestazione lavorativa ed i lavoratori non hanno ancora ricevuto i soldi che spettano loro, non hanno ricevuto nemmeno alcuna comunicazione da Workopp o dalla Regione.

Dalle telefonate negli uffici della Regione risulta che i soldi siano ancora nelle casse regionali ma sembra che si siano completamente dimenticati di loro. I politici Regionali spesso si sciacquano la bocca col problema dei finanziamenti ai profughi o ad altre persone in difficoltà, ma in questo caso la responsabilità della mancata erogazione dei soldi è solo ed esclusivamente loro: non possono certo dire che hanno dato i soldi ai profughi!

Con questo comportamento la Regione sta umiliando dei lavoratori che hanno avuto la sfortuna di perdere il lavoro a causa della crisi e che, oltre a questo danno, adesso si trovano anche la beffa di non avere alcun sostegno per il lavoro prestato con i tirocini.

Sono lavoratori con famiglia, che hanno lo sfratto ed il problema quotidiano di mangiare ed è vergognoso sia il comportamento di Workopp sia, soprattutto, quello della Regione Veneto che doveva controllare lo svolgimento dei progetti e, in ogni caso, trovare una soluzione alternativa rapida per erogare comunque l’indennità promessa ai lavoratori.

In ogni caso Adl Cobas ed i lavoratori Workopp, insieme il Consigliere Provinciale Luigi Amendola che si sta interessando del caso, hanno deciso di chiedere un appuntamento urgente con la Regione, già per la prossima settimana, per protestare e pretendere che la questione sia sbloccata al più presto.

ADL COBAS TREVISO

Tribuna Treviso 08032015


2015-03-10_094116

Bookmark and Share