Padova - #NoNazi in my town!

Attivisti dei centri sociali padovani chiudono la mostra di CasaPound ospitata dal Centro Culturale San Gaetano.

18 / 12 / 2012

Nel pomeriggio di martedì 18 dicembre un gruppo di attivisti dei centri sociali padovani si è ritrovato al Centro Culturale San Gaetano. Entrando nel palazzo gli attivisti hanno spiegato il motivo della loro protesta, con il megafono, dicendo che "il Centro da sabato 15 dicembre ospita, con il patrocinio della Provincia di Padova, la mostra Padova Razionalista. E' un'esposizione organizzata da CasaPound, nel manifesto, camuffata dalle sigle Il Bivacco -la nuova sede di CasaPound -, A.F.I., Artisti per CasaPound."

Entrati nello spazio gli attivisti hanno smontato e impacchettato la mostra in segno di protesta.

Il responsabile di CasaPound Padova alla fine dell'iniziativa si è ritrovato coperto da vernice rossa.

Gli attivisti si sono allontanati gridando slogan come "Fuori i fascisti dalla città".

Link all'articolo da Il Mattino Padova

Di seguito il volantino distribuito durante l'iniziativa:

NESSUNO SPAZIO A CASAPOUND IN CITTA' !!!


Come purtroppo la storia ci insegna in periodi di crisi, come quello che stiamo attualmente vivendo,
si nota un affermarsi di quelle realtà che, forti di un sentimento d’odio verso il diverso, tendono ad
incolpare delle difficoltà economiche e sociali quelli che secondo loro sono i parassiti della società.
Parassiti sono tutte quelle persone che, colpevoli di cercare di autodeterminare le proprie esistenze,
non rientrano nei rigidi schemi di un pensiero gretto e nazionalista, quale, quello della destra più
becera. Siano essi migranti nel disperato tentativo di cercare un territorio dove poter vivere
dignitosamente o siano essi gay considerati come malati pervertiti da curare a suon di bastonate, o
ancora le cosiddette persone “di sinistra”, per finire con fin troppo facile cliche dell’antisemitismo.
Molte sono le cause che secondo la visione di questi “fascisti del terzo millennio” stanno alla base
dei problemi che oggi viviamo.
Nascosti dietro una facciata di alternativa al sistema, realtà come CasaPound, spinte da un becero
sentimento xenofobo, totalitario, revisionista e negazionista, tentano di cavalcare l’onda delle
difficoltà sociali propinando analisi economiche tanto semplicistiche ed incoerenti quanto
populistiche, costituendo facile motore di aggregazione per realta che piu che alternativa si fanno i
conti in tasca.
L'iniziativa di oggi vuole denunciare come, anche nella tanto democratica Padova, a questi
fascisti venga dato impunemente spazio. Anche dalle istituzioni. Da Sabato infatti, al centro
culturale San Gaetano si può “ammirare” una mostra intitolata Padova Razionalista, esposizione
organizzata proprio dalla sopracitata CasaPound. Non possiamo accettare che uno spazio pubblico,
che come tale viene finanziato da tutti i cittadini, venga concesso a queste realtà. Il San Gaetano, di
proprietà del Comune patavino, dovrebbe essere un centro culturale utilizzato per promuovere
iniziative educative, espositive e culturali, nel rispetto delle diversità e delle persone. Uno spazio
pubblico di questo tipo non può certo essere messo a disposizione di chi predica odio e violenza, per
esporre l'ennesima mostra fotografica su un tempo che non va certo ricordato con felicita.
Siamo qua per dire a gran voce che i fascisti nella nostra città non devono e non possono avere
cittadinanza, che CasaPound non deve esistere né qui né altrove. Lasciare spazio ai fascisti
significa legittimarli nel loro agire. Anche se mascherati da fantomatiche associazioni culturali o da
agitatori culturali sappiamo bene di chi stiamo parlando: l'omicidio avvenuto un anno fa a Firenze e
opera proprio di uno di loro, i numerosi pestaggi, violenze e soprusi che avvengono in ogni parte
d'Italia sono marchiati quasi sempre CasaPound.
Vogliamo quindi che il Comune neghi immediatamente lo spazio, sia esso il San Gaetano o
qualsiasi altro posto loro richiedano, per questa mostra e ogni altra iniziativa che passi per la testa di
quelle vuote menti nazionaliste.
Basta spazio ai fascisti! No nazi in my town!

 C.S.O. Pedro - Reality Shock

Bookmark and Share

Padova - No nazi in my town

Padova - No nazi in my town