Riceviamo dalla rete

Padova - Iniziativa di boicottaggio ad Israele

Sanzionate aziende che commerciano con Israele

17 / 1 / 2009

Da myglobal@globalproject.info
Di fronte a tutto ciò che stà avvenendo a Gaza, d'innanzi a centinaia di bambini morti sotto i colpi israeliani, non si può rimanere in silenzio.

Non possiamo girarci dall'altra parte nel momento in cui migliaia di persone muiono colpite da bombe chimiche, nel momento in cui un popolo viene sterminato senza sollevare l'indignazione dei governi del mondo, nessuno può rimanere indifferente di fronte alle immagini che ci arrivano dalla Palestina.

Di fronte a tutto questo non si possono dare risposte deboli, non si possono suonare note prive di rabbia ed indignazione, di semplice testimonianza.

Questa notte alcune aziende della provincia di Padova sono state sanzionate dal basso, sono state imbrattate di vernice color sangue, del sangue delle vittime del conflitto israelo-palestinese, del sangue causato dai loro partner economici.

L'iniziativa di questa notte si inserisce all'interno della campagna internazionale di boicottaggio economico e politico lanciata contro Israele e la strage di Gaza.

Le imprese scelte, infatti, sono legate economicamente allo Stato israeliano, tramite il decentramento della produzione in quel territorio, come ilcaffè Vescovi, o la fornitura di macchine da lavoro quale laCaterpillar, per finire con laCompagnia delle acque di Monselice, multinazionale francese incaricata da Israele della costruzione della metropolitana di Gerusalemme, come strumento altro per annettere alla città anche Gerusalemme est, parte del territorio palestinese.

Nuovamente nella provincia di Padova si è espressa un'anomalia, un'anomalia che sostiene con tutta la sua voce chi viene privato dei propri diritti, chi viene sfruttato e chi è vittima di stupide guerre, un'anomalia che non accetta nessuna espressione di fanatismo religioso, nessuna forma di repressione. Un'anomalia che odia i potenti di qualunque grandezza essi siano e che stà con la gente, che stà con chi si ribella e con chi vuole e costruisce un mondo migliore, un'anomalia che stà con i cittadini palestinesi, ma anche con quelli israeliani che ripudiano questa guerra e questo lungo conflitto, con chi diserta e si rifiuta di uccidere vittime innocenti.

Un' anomalia carica di passione, espressione di rabbia degna, da Padova a Gaza e in qualsiasi altra parte del mondo, pronta ad intervenire ogni volta che ce ne sarà bisogno!



Hasta luego!

Anomalia padovana

Bookmark and Share