Milano - Contratto reddito beni comuni

25 / 6 / 2011

Un'assemblea molto densa di contenuti ed interventi si è tenuta oggi, sabato 25 giugno 2011, all'interno della Festa per i 110 anni della Fiom di Sesto San Giovanni.

Dopo l'appello lanciato dalla Fiom stessa, molti movimenti, percorsi, reti, associazioni e soggettività si sono ritrovate per discutere su quali nodi affrontare per immaginare un agire ed un ragionare comune a partire dal percorso che ci ha visti protagonisti all'interno di Uniti contro la Crisi.

Partendo dalla manifestazione nazionale del 16 ottobre a Roma, passando per il 14 dicembre e lo sciopero generale del 6 maggio, fino ad arrivare alle vittorie referendarie del 12 e 13 giugno, spunti e riflessioni sulle questioni sociali che si sono aperte e sulla capacità di conquistare nuove forme di diritti nella nuova scena sociale e politica che si è aperta.

Apertura dell'assemblea di Maurizio Landini - FIOM

Primo blocco di interventi:

Nicoletta (Coordinamento No Tav), Alfonso Navarra (Coordinamento Energia Felice), Luigi Ambrosi (Coordinamento Scuole Milano), Ben Houmane El Araby (delegato FIOM Brescia) e Luca Spadon (LINK-Coordinamento Universitario).

Secondo blocco di interventi:

Luca Casarini (Uniti Contro la Crisi), Enrico Natalizio (Coordinamento Precari Univerisità), Ilaria Lani (resp. coordinatrice politiche giovanili CGIL), Giorgio Sestili (Atenei in Rivolta), Andrea Fumagalli (rete May Day Milano).

Trezo blocco di interventi:

Gianmarco De Pieri (T.P.O. Bologna), Ciro D'Alessio (FIOM Pomigliano), Giuglio Marcon (Sbilanciamoci), Giovanni Graziadei (Scuole Superiori Torino), Claudio Franchi (FLC).

Quarto blocco di interventi:

Sofia Sabatino (Rete degli Studenti), Emanuele Patti (ARCI Nazionale), Claudio Riccio (Rete della conoscenza), Lello Signoriello (Comitato No Ponte), Osvaldo (lavoratori autoconvocati), Francesco Vitucci (Il Nostro Tempo è Adesso).

Quinto blocco di interventi:

Francesco Raparelli (UniCommon), Alessandro Ferretti (Rete 29 Aprile), Massimo Torelli (Rete @ Sinistra), Armando Rinaldi (ATDAL), Sergio Bellavita (segreteria nazionale FIOM), Saidou Moussa Ba (Rete Immigrati Autorganizati), Gianni Boetto (USB), Jacopo Lanza (UDS).

Ultimo blocco di interventi:

Claudio Nicrosini (Coordinamento Precari Scuola), Lorenzo Zamponi (Rete della Conoscenza), Franco Grisolia (PCL), Paolo Di Vetta (AS.I.A).

Conclusione di Maurzio Landini - FIOM.

Bookmark and Share

Milano - Contratto, reddito, beni comuni