Clandestino day 2010 - Un giorno tutt'altro che clandestino

23 / 9 / 2010

Ormai ci siamo, il Clandestino Day sta per prendere forma nelle piazze, negli spazi sociali, nelle strade, nei luoghi delle città in cui la clandestinità si diffonde e si riproduce.

Lo straordinario numero di adesioni e di appuntamenti che stanno per essere attivate nel nome del Clandestino Day sembra di poter dire che raccolgano la straordinaria metamorfosi che oggi si è compiuta proprio intorno al tema della clandestinizzazione.

Non si tratta infatti semplicemente di proporre iniziative per i clandestini ma invece di affrontare la questione dell'immigrazione da questa particolare sfaccettatura che la caratterizza e che sicuramente in questo presente si rivela più compiutamente come nuovo paradigma per tutti.

Certo, la clandestinità, insieme al carico di violenze che si porta appresso, è da sempre un leit motiv del governo delle migrazioni.

Vero è però anche che vi è stata una impressionante intensificazione della violenza sui corpi e sulle menti dei migranti (basti pensare a ciò che accade nei nostri mari, intorno ai nostri porti, nel deserto libico o nei CIE diffusi sul territorio, o con le espulsioni francesi), ed insieme a questo un impressionante allargamento trasversale della clandestinizzazione. La deroga ad ogni diritto o garanzia, fino a quello sulla vita, sono diventati un modo permanente non più eccezionale di governo su noi tutti.

Il 24 settembre insomma rappresenta una occasione per rimetterci in cammino in tanti,e per dare dignità pubblica ad un discorso che la crisi ha trasformato nel privilegiato terreno di scomposizione e frammentazione del tessuto sociale.

Possiamo oggi, anche a partire dal 24 settembre, riprendere insieme la battaglia contro i CIE, per il diritto alla formazione, contro i respingimenti e per i diritti di cittadinanza guardando ad un orizzonte più largo di cui inevitabilmente tutto questo, per vivere, ha bisogno. E' lo spazio dei movimenti, contro la crisi e per il bene comune, una esigenza, un orizzonte, una alternativa a questo presente che ha bisogno di crescere perché solo insieme ad esso possono crescere le nostre rivendicazioni.

Abbiamo scelto di seguire il dibattito e le mobilitazioni intorno alla giornata del Clandestino Day attraverso i contributi di Carta e del Progetto Melting Pot Europa che proponiamo di seguito

E allora... buon clandestino day, un giorno tutt'altro che clandestino.

Lo Speciale di Melting Pot Europa

Benvenuti al Clandestino Day

Rovigo - Un nuovo CIE in Veneto una nuova sfida per i movimenti

Clandestino.carta.org

L'appello del Clandestino Day

Tutti gli appuntamenti

Le adesioni al Clandestino

Lettere di adesione e proposte

Rovigo - Clandestino Day. Contro il CIE nè qui né altrove

Padova - Clandestino Day per il diritto alla formazione e contro i CIE

Ancona - Clandestino Day con Viva Palestina

Cosenza - Riapre la Scuola del Vento

Cosenza - Festa dei Popoli e delle Culture

Falconara - Siamo tutti clandestini!?

Napoli - Clandestino Day

Rimini - Clandestino Day! Presentazione del documentario «Non rubateci il futuro» e aggiornamenti sulle mobilitazioni antirazziste

Venezia - Incontro pubblico "NO CIE, né a Rovigo né altrove"

Clandestino Day a Macerata - Presentazione di C.A.R.A. Italia

Clandestino Day a Venosa

Bookmark and Share