Turchia - La violenza di Stato non ha confini.

Morto questa mattina Berkin Ekvan, 8a vittima degli scontri di Gezi Park, manifestazioni e scontri in tutto il paese. Articolo in aggiornamento

11 / 3 / 2014

"Abbiamo perso nostro figlio Berkin Elvan alle 7.00 del mattino. Condoglianze a tutti noi"... questo il twitter tramite il quale la famiglia alle 7,30 di questa mattina ha reso nota la notizia della morte di Berkin. 

Ed ancora Gulsul Elvan, madre del ragazzo dichiara " Non è stato Allah a prendere mio figlio, è stato [il primo ministro Recep] Tayyp Erdogan"

Si è spento in prima mattinata, dopo 269 giorni di coma, il quindicenne colpito da un lacrimogeno in testa durante le proteste di Gezi Park ad Istanbul, lo scorso 16 Giugno nel quartiere di Okmeydani. 

Uscito da casa per comprare il pane era stato vittima di un' aggressione da parte delle forze di polizia.

Berkin è stato uno dei primi simboli della brutalità della violenza della polizia perpetrate in quei giorni. 

Decine di persone si sono immediatamente radunate questa mattina, dopo le dichiarazione della famiglia, davanti all' ospedale ad Istanbul dove Berkin era in convalescenza in segno di solidarietà e di vicinanza alla famiglia quando la polizia è intervenuta con gas lacrimogeni nonostante l' entrata dell' ospedale fosse nelle vicinanze.

Immediata la reazione in tutta la Turchia dove sono previste manifestazioni in 31 città.

Ad Ankara, dove è stata annunciata una manifestazione nel pomeriggio a Guven Park, ha avuto inizio una protesta silente che sta vedendo un numero sempre maggiore di partecipanti sedersi nella piazza principale di Kizilay.

Ad Istanbul, i commercianti e i negozianti del quartiere in cui vive la famiglia di Berkin, Okmeydani, hanno deciso di chiudere bottega in segno di sostegno alla famiglia.

Studenti delle scuole superiori e delle università hanno deciso di boicottare le loro lezioni.

Berkin Elvan è la più giovane delle 8 vittime degli scontri di Gezi Park.

--------------------------------------------------------------------------------------------

Dalle mailing list di AGORA99 e BLOCKUPY2014:

EN | On the 1st of June 2013, 14 year old #Berkin Elvan was shot against the head with a 850 gr. gas cannister. He was not a protester: he was going to the market to buy some bread. Since then he was in a coma trying to survive infections and high fever for 268 days. Today, when he finally died at 7.00 am, he was 16 kgs. Now the police are attacking the hospital where he has been staying; another protester was shot in the head during the attacks. He is unconscious now. Berkin's family did not have enough time to mourn their child before the police attack.

 Be aware of the police violence in Turkiye. Let everyone know about dictatorship in Turkey.

 IT | Il primo giugno 2013 Berkin Elvan, un ragazzo di appena 14 anni, e’ stato colpito da una capsula gas di 850 grammi. La polizia ha mirato alla testa. Berkin non era una manifestante; era soltanto sceso in strada per comprare del pane. E' rimasto in coma per 268 giorni, combattendo infezioni e febbre alta. Quando e' morto, alle sette di questa mattina, pesava ormai soltanto 16 kg. In questo momento la polizia sta attaccando l’ospedale dove e' rimasto ricoverato tutti questi mesi e un manifestante e' stato appena colpito alla testa. Come Berkin. E come Berkin, ha perso conoscienza. 

Alla famiglia di Berkin non e' stato concesso neanche il diritto al piangere il proprio figlio. Questa e' la polizia in Turchia. Fai sapere a tutti della dittatura di Erdogan!

 FR | Le premier de Juin, Berkin Elvan , un garçon de 14 ans a eu une capsule de gaz de 850 grammes sur sa tête, il n’était pas parmi les manifestants il allait seulement acheter du pain. Pendant 268 jours il a lutté contre l’infection et la fièvre au coma. Ce matin, quand il est décédé, il pesait 16 kg. Maintenant, les polices attaquent les manifestants devant l’hôpital et cependant un manifestant a eu une balle dans sa tête, il a perdu sa conscience. Sa famille, elle n’a pas eu le temps de faire son deuil, prends conscience de la violence policière en Turquie. Parle à tout le monde de cet dictateur . 

DE | #Todinistanbul #BerkinElvan , ein 14 jaehriger Junge, ist heute im Koma gestorben. Er wurde am 1. Juni von einem 850gr. Traenengaskanister am Kopf getroffen. Er war nicht gekommen um zu protestieren, sondern kaufte ein Brot im Laden und war auf dem Weg nach Hause. Seit heute Morgen werden die Menschen, die zum Krankenhaus gekommen sind, um ihr Beileid auszusprechen, wieder von Gaskanistern bombardiert. Die Gassbomben werden teilweise auch ins Krankenhaus geschossen. Ein weiterer Mann wurde bei diesen Attacken am Kopf getroffen und schwer verletzt- er ist derzeit bewusstlos. Lasst alle wissen, was hier los ist! Der Staat laesst morden ohne mit der Wimper zu zucken! 

 ES | Berkin Elvan de 14 años en 1 de junio fue golpeado con cápsula de gas de 850 gramos. No era activista. Iba a comprar pan. Durante 268 días combatiendo la infección y la fiebre alta se encontraba en estado de coma. Hoy a las 7 de la mañana cuando murió pesaba 16 kilos. Ahora mismo la policía esta atacando al hospital donde murió Berkin y un activista mas durante estos ataques recibió un disparo en la cabeza y esta inconsciente. Su familia nunca tuvo una oportunidad a llorar a sus hijos. Ser consciente de la brutalidad policial en Turquía. Haz que sepa todo el mundo a este asesino dictador!!! 

Articolo in aggiornamento...

Bookmark and Share