da Uikionlus.com

Il popolo di Kobanê completamente mobilitato per la difesa della città

3 / 10 / 2014

La gente che sta prendendo parte alla storica resistenza di Kobanê si sta difendendo sviluppando nuove tattiche contro le bande di ISIS per contrastare le armi pesanti. Bihar Kobanê, una comandante di Yekitiya Star ha fatto appello a tutti di stare al fianco del popolo di Kobanê, dicendo “chiunque abbia una coscienza si opporrà a questo. Si muore una volta sola. Ma per salvare l’umanità e il nostro onore, dobbiamo opporci a questo e dobbiamo resistere. A Kobanê tutte tutti sono mobilitati per la resistenza.”

Le forze delle YPG/YPJ insieme alle milizie locali stanno continuando a provvedere all’autodifesa del cantone nella loro storica resistenza contro gli attacchi da parte delle bande di ISIS. Oggi è il 18° giorno da quando la gente di Kobanê ha preso le armi e si è rifiutata di permettere che le sue case venissero occupate, nonostante l’uso da parte di ISIS di armi molto più pesanti. Le forze delle YPG/YPJ che hanno sottolineato che non abbandoneranno Kobanê in balia delle bande e che lotteranno contro le bande e i loro tirapiedi fino all’ultima goccia di sangue, stanno continuando la loro magnifica resistenza su tutti i fronti.

 Le bande – che hanno circondato Kobanê con tutto il loro equipaggiamento militare e decine di migliaia di miliziani e che non sono stati in grado di entrare a causa della resistenza delle forze di difesa – ora stanno periodicamente bombardando la città con missili e mortai. Nel cantone, che attende il prossimo attacco con missili o artiglieria, ogni uomo ed ogni donna, giovani e anziani, hanno preso le armi. La gente che sta organizzando l’autodifesa del cantone quartiere per quartiere, ha completato i preparativi per il caso in cui i combattimenti – in aumento intorno al cantone – dovessero arrivare in città. Un nuovo periodo di resistenza inizierà se le bande di ISIS che hanno attaccato senza successo le line tenute dalle forze di difesa – tuttora impregnate e con il morale alto – riuscissero ad entrare nel cantone.

‘Le nostre difese saranno l’inferno per ISIS’

 Bihar Kobanê, una comandante delle Yekitiya Star e una di coloro che stanno organizzando la gente di Kobanê, ha affermato che sono stati piazzati i sistemi di difesa e che la resistenza continua con la massima dedizione. Ha affermato che la gente, il governo e le forze di difesa hanno tutti preso parte ai preparativi, dicendo “tutti e tutte stanno facendo tutto ciò che possono. Tutte e tutti sono mobilitati per la resistenza.” Valutando gli attacchi aerei fatti dalle forze della coalizione, Bihar ha detto che va fatto di più e che devono essere meglio mirati. Ha proseguito dicendo che “ISIS è un nemico di tutta l’umanità” e che le azioni di questa organizzazione selvaggia non hanno nulla a che vedere con l’umanità dicendo “chiunque abbia una coscienza si opporrà a questo. Si muore una volta sola. Ma per salvare l’umanità e il nostro onore, dobbiamo opporci a questo e dobbiamo resistere. A Kobanê tutte tutti sono mobilitati per la resistenza.”

Ha fatto appello alle potenze internazionali affinché agiscano subito, dicendo che alla fine le bande di ISIS faranno del male a tutti. Ha sottolineato che chi si definisce un essere umano deve anche agire come tale, dicendo che “tutte le parti del nostro popolo, i giovani e gli anziani, sono qui e resistono.” Ha fatto notare che ISIS vuole fare un massacro di civili a Kobanê e sta già prendendo di mira i civili con i suoi armamenti pesanti. Infine ha detto “faremo tutto quanto in nostro potere per impedire al nemico di entrare e abbiamo fatto tutti i nostri preparativi… le linee di difesa che abbiamo preparato saranno l’inferno per ISIS.”

di İsmail Eskin Ozgur Gundem

Tratto da:

Bookmark and Share