Da Kobane: ISIS subisce forti perdite

Aggiornamenti 23° giorno di assedio - Uikionlus

9 / 10 / 2014

Casa per casa, con bombe a mano continuano i combattimenti a distanze immediate

Al ventitreesimo giorno degli attacchi per l’occupazione di Kobane, il centro stampa dell’Unità di Protezione Popolare (YPG) informa che i combattimenti proseguono e che nelle ultime 24 ore sono stati uccisi 89 membri dello Stato Islamico (IS): "Al ventitreesimo giorno continuano gli attacchi dell’ISIL volti ad occupare Kobane. Sostenuti con rinforzi, armi e munizioni provenienti dalla Siria e dall’Iraq, le nostre forze manifestano una resistenza storica contro l’invasione dei miliziani."

La dichiarazione sottolinea i violenti combattimenti corpo a corpo iniziati martedì notte e proseguiti fino a questa mattina sul fronte meridionale ed orientale: "Casa per casa, durante il combattimento a distanza immediata non è stata permessa l’avanzata dei miliziani dell’IS che hanno assalito con tutte le loro forze. Essi hanno continuato a bombardare il centro e le aree civili per mezzo di carri armati e cannoni posizionati intorno alla città." 

Nelle ultime 24 ore sono stati uccisi 89 membri dello Stato Islamico

Il centro stampa YPG ha inoltre fornito i dettagli sui combattimenti avuti luogo nei distretti di Botan, Megtel e Kaniya Kurda della regione di Mishtenur, nonchè sulle operazioni militari del YPG: "Sul fronte orientale sono stati uccisi 19 miliziani dell’IS in tre diverse zone, mentre altri due sono stati uccisi in seguito ad un’altra operazione. Su questo fronte le nostre forze hanno inoltre demolito un veicolo militare appartenente ai miliziani. Nelle ore serali, sul fronte sud-est hanno avuto luogo combattimenti in due diverse zone di Mishtenur. In uno dei combattimenti sono stati uccisi due membri IS, nell’altro invece cinque. Sempre sullo stesso fronte, di notte sono state respinte le offensive di due gruppi ma non è stato possibile rilevare il numero dei feriti e dei morti. È stato inoltre distrutto un veicolo di rinforzo in sostegno ai gruppi dell’IS di questa zona, insieme alle munizioni presenti. Uccisi i due miliziani dell’IS a bordo.

Sul fronte meridionale, dove i combattimenti si concentrano e tutt’ora non cessano, le nostre forze hanno colpito pesantemente i miliziani presso le abitazioni nei dintorni dell’ospedale. In questa zona sono stati rilevati 29 morti membri dell’IS.

Sul fronte occidentale, invece, è stata assediata un’area agricola ospitante un gruppo di IS dove esso pianificava gli attacchi. Secondo le rilevazioni 24 sono i membri uccisi. Sul fronte hanno inoltre avuto luogo operazioni militari contro le collocazioni di alcuni gruppi. Due lanciarazzi B7 e molti razzi sono stati sequestrati da parte delle nostre forze, mentre è stato distrutto un Dshk da 23 appartenente al gruppo dell’IS. 4 compagni che lottavano a capo della resistenza con immensa determinazione sono deceduti ieri notte durante i combattimenti."

- 22° giorno - 

35 componenti delle bande uccisi nell’offensiva delle YPG a Kobanê

35 componenti delle bande [di ISIS] sono stati uccisi nell’offensiva lanciata la sera di martedì dalle YPG/YPJ (Unità di Difesa del Popolo/delle Donne) che hanno messo in atto un’eroica resistenza a fronte dell’intensificarsi degli attacchi di ISIS a Kobanê in corso dal 15 settembre. L’operazione militare delle YPG contro gli attacchi delle bande, che dispongono di armi pesanti, è stata lanciata sui lati est e ovest di Kobanê. Secondo le notizie che trapelano, 35 componenti di bande sono stati uccisi in un’azione contro miliziani delle bande quando sono entrati nell’edificio dell’ospedale nella via Aleppo.

ISIS subisce forti perdite nei combattimenti strada per strada a Kobanê

ISIS nel tentativo di entrare nel centro della città sta subendo forti perdite per mano delle YPG/YPJ e dei cittadini di Kobanê armati. Molte centinaia di miliziani di ISIS sono morti nell’offensiva di 22 giorni contro il cantone di e le forze delle YPG ne hanno uccisi altri 67 nelle ultime 24 ore. Secondo una dichiarazione rilasciata dal centro stampa delle YPG gli scontri si stanno intensificando sui fronti sud e est nei quartieri di Botan e Megtelm e anche nella regione di Kaniya Kurdan al nordest e intorno alle falde della collina di Miştenur.

ISIS bombarda Kobanê con carri armati e artiglieria

La dichiarazione delle YPG recita: “Gli attacchi che ISIS ha iniziato con l’obiettivo di conquistare Kobanê stanno continuando per il 22° giorno. Le nostre forze hanno inferto seri colpi alle bande su tutti e tre i fronti coperti da un fuoco di sbarramento. I combattimenti si sono intensificati nei quartieri di Botan e Megtel sui fronti sud e est, intorno alle falde di Miştenur e nella parte nordest della città intorno alla regione di Kaniya Kurdan. Un attacco alla regione di Kaniya Kurdan è stato respinto. In tutte le aree hanno avuto luogo violenti combattimenti corpo a corpo. ISIS sta anche bombardando il centro della città di Kobanê con carri armati e fuoco di artiglieria.

YPG: Abbiamo 12 martiri nelle ultime 24 ore

La scorsa notte le nostre forze hanno attaccato componenti delle bande posizionati dietro alla collina di Miştenur. Nel corso dell’attacco sono stati distrutti due veicoli e uccisi coloro che si trovavano a bordo. Le nostre forze hanno distrutto un carro armato di ISIS questo pomeriggio alla base della collina di Miştenur. È confermato che nei combattimenti delle ultime 24 ore sono stati uccisi 67 componenti delle bande. 12 nostri compagni e nostre compagne che difendono Kobanê con determinazione e impegno e che sono esempi di sacrificio, sono morti da martiri negli scontri della scorsa notte.

Tratto da:

Bookmark and Share