Presidio al carcere di Teramo

La mobilitazione in solidarieta' con Egidio Giordano e tutti gli arrestati dell'inchiesta Rewind alla vigilia dell'udienza del Tribunale del Riesame

14 / 7 / 2009

L’inchiesta “Rewind” della Procura della Repubblica di Torino ha portato all’arresto di 21 studenti dell’Onda in diverse citta’ italiane, a Torino, Napoli, Bologna, Padova, la polizia ha arrestato degli studenti in merito alle mobilitazioni contro il G8 dell’Universita’ tenutosi a Torino il 19 maggio scorso.

Un provvedimento che ha visto l’arresto di Egidio Giordano nel campo della Rete 3e32 a L’Aquila il giorno dopo la fiaccolata che ha visto la partecipazione di migliaia di persone a tre mesi dalla morte delle 307 vittime del sisma dell’Abruzzo, ed all’inizio delle giornate di mobilitazione contro il G8 de L’Aquila. Le accuse agli attivisti non avrebbero giustificato l’arresto, che e’ stato eseguito in base alla possibilita’ di reiterazione del reato in occasione delle mobilitazioni contro il G8 aquilano. Una giustizia ad orologeria che oltre al tentativo non riuscito di criminalizzare le mobilitazioni dei comitati dei terremotati in occasione del G8, prova a fare una separazione all’interno dei movimenti. Da una parte i “buoni” e dall’altra “i cattivi”. Un disegno che abbiamo gia’ visto altre volte e che tende a riportare in un quadro di compatibilita’ i movimenti. Il messaggio e’ chiaro : o i movimenti possono essere solo d’opinione, compatibili, senza incidere sui processi reali, ed allora sono tollerati, ma se i movimenti si pongono il problema di aggredire davvero il nodo della decisione sui processi reali, se si pongono come obiettivo l’articolazione della rabbia contro la sottrazione del futuro, l’impoverimento generale, quindi se davvero pongono come priorita’ la capacita’ di incidere nella societa’ in piena autonomia ed indipendenza, allora non vanno piu’ bene, escono fuori dalla compatibilita’, e devono essere messi in galera.

Questo tentativo, cosi’ come gli altri prima di esso, saranno respinti. Le mobilitazioni tenutesi in tutta Italia per rivendicare la liberazione degli arrestati, con l’occupazione degli atenei di mezza Italia, le manifestazioni delle ultime settimane, ed anche la solidarieta’ dei comitati dei terremotati, hanno dimostrato come il movimento non si fara’ dividere, come la solidarieta’ espressa in queste settimane contro l’inchiesta del procuratore Caselli, vecchia conoscenza dei movimenti in questo paese, ha provocato un ondata di indignazione in tutto il paese.

Giovedi’ prossimo si terra’ presso il tribunale del riesame di Torino l’udienza per la scarcerazione dei 21 attivisti arrestati, 21 studenti che sono impegnati nelle lotte sociali in questo paese, a cominciare dall’Onda studentesca fino alle lotte in difesa dei beni comuni. In tutta Italia le mobilitazioni si susseguiranno per reclamare la liberazione dei 21 arrestati e per smontare dal basso l’inchiesta del Procuratore Caselli, per difendere l’agibilita’ politica dei movimenti e la possibilita’ i espressione del dissenso in tutto il paese.

Mercoledi' 15 Luglio ore 15:00

Presidio al Carcere di Teramo, Contrada Castrogno.

Egidio Libero ! Liberi@ Tutt@ !


Laboratorio Occupato Insurgencia (Napoli), Orientale 2.0 in Onda (Napoli), Presidio permanente contro la discarica di Chiaiano (Napoli), Spazio sociale Parco San Gennaro (Napoli), Associazione Ya Basta Napoli, Collettivo Femminista Pachamama (Napoli), C.an.na – Collettivo Antipro (Napoli), Collettivo Degeneri (Napoli), Sinistra Critica (Napoli), Attac Napoli, Federazione regionale Cub Campania, Movimento di Giurisprudenza Universita' Federico II (Napoli), Assemblea di Sociologia Universita' Federico II (Napoli), Comitato centro storico (Napoli), Csa Depistaggio (Benevento), Rifondazione Comunista Abruzzo, Brigate della Solidarieta’ (Abruzzo), Epicentro Solidale (Abruzzo), Abruzzo Social Forum, Horus Liberato (Roma), Esc Atelier (Roma), Sapienza in Onda (Roma), Point Break studentato occupato (Roma), Crew in Onda (Roma), Comunita' Resistenti delle Marche

Adesioni in continuo aggiornamento


per aderire : insurgencia@email.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

PARTENZE DA NAPOLI IN PULLMAN : 5€ A/R
PER PRENOTAZIONI : 3284648813 - 3331494219 - 3387490512

Bookmark and Share