#Iusmigrandi contro #Mosmaiorum anche a Bologna

Inziativa di comunicazione per sabotare Mos Maiorum

17 / 10 / 2014

Anche Bologna ha aderito alla campagna #iusmigrandi contro Mosmaiorum. Con volantini multilingua, cartelli e megafono questo pomeriggio si è svolta un'azione di informazione e sensibilizzazione verso i migranti, bersagli della giganteca operazione di polizia europea che fino al 26 giungo continuerà a fermare, identificare, arrestare, per strade, stazioni, treni, porti e aeroporti chiunque abbia la sfortuna di sembrare un potenziale migrante irregolare.

Il volantinaggio comunicativo è partito da Piazza Maggiore e si è spostato al mercato della Montagnola, dove gli attivisti di Labas e TPO, insieme a molti venuti in sostegno di #iusmigrandi, hanno informato i cittadini stranieri dei pericoli rappresentati da Mos Maiorum ma anche degli strumenti di difesa autorganizzati e autogestiti, come le reti degli sportelli migranti e dei legali.

“La clandestinità non è una scelta, né una colpa, ma il frutto di leggi ingiuste che costringono chi cerca un futuro possibile ad intraprendere rotte pericolose e costose, rischiando la vita. E' questa l'ipocrisia dei governi europei, che mentre piangono per le vittime della strage di Lampedusa firmano accordi e trattati per impedire a chi fugge di arrivare in sicurezza, o coordinano missioni stigmatizzanti e criminalizzandi come Mos Maiorum” è stato spiegato ai passanti.

"Contro Mos Maiorum, noi siamo per #iusmigrandi:" insieme a tante/i in tutta Europa rendiamo effettivo il diritto a essere accolti, concretizzando quella libertà di restare, di muoversi, di scegliere del proprio futuro che ogni giorno i migranti cercano di affermare.

E sabato 18 ottobre la campagna #iusmigrandi attraverserà anche la giornata Bologna siamo noi, contro il razzismo, sessismo e omofobia rappresentato da Forza Nuova.

Bookmark and Share

iusmigrandi

iusmigrandi II