Asc - Trieste : Liberi tutti

15 / 2 / 2014

Il 13-2-2014 sono stati notificati 17 provvedimenti cautelari, 7 arresti domiciliari e 10 obblighi di firma per compagni impegnati nelle lotte sociali e per il diritto all'abitare.  Persone colpevoli di essere state in prima fila alla grande manifestazione che si è svolta il 31 ottobre 2013 a Roma. Le parole d'ordine erano "UNA SOLA GRANDE OPERA: CASA E REDDITO PER TUTTI" e grandi protagonisti della giornata sono stati i movimenti per il diritto alla casa e contro le grandi opere.

Le accuse hanno del grottesco e vanno da rapina a adunata sediziosa. E' palese che i provvedimenti restrittivi e il fatto che sono stati eseguiti tutti in una giornata non sono una operazione in nome della legge e della giustizia italiana, ma una forzatura pretestuosa che vorrebbe intimorire i movimenti contro l'austerity e per il diritto alla casa e dignità di tutti.Vogliamo esprimere solidarietà e vicinanza a chi ha subito le custodie cautelari perché stiamo dalla stessa parte, e siamo complici insieme ai movimenti che si battono contro la miseria dell'austerity e per i diritti fondamentali dell'uomo: casa, reddito, uguaglianza.Il 31 ottobre 2013 a Roma c'eravamo anche noi e oggi lo ribadiamo dai cortili delle nostre case occupate e autoassegnate lanciando un messaggio di libertà e civiltà per città solidali e vivibili in Italia e in Europa.Trieste, 

15/02/2014

ASC Trieste

YA Basta! Trieste

Casa delle Culture Trieste - spazio autogestito

Bookmark and Share