Ancona, antica città di mare, non si fa' trivellare!

31 / 8 / 2015

La rete TrivelleZero/Marche si è conquistata il diritto di parola al dibattito che si è tenuto in Ancona domenica 30 Agosto dal titolo “Come sta il nostro mare? Ambiente e specie a rischio”.
Nell’ambito della IX edizione del Festival Adriatico-Mediterraneo di Ancona, anche quest’anno la Regione Marche – Assessorato all’Ambiente ha organizzato alcuni eventi culturali, tra i quali si approfondiscono tematiche ambientali, la biodiversità, la vita degli animali e i rapporti che intercorrono tra essi e l’uomo. Obbiettivo delle iniziative è, per l’istituzione regionale, quello di avvicinare il pubblico agli aspetti che riguardano il nostro mare e alle sue realtà ecologiche.
Gli attivisti di TrivelleZero/Marche hanno ritenuto inaccettabile che il programma della discussione non dedicasse uno spazio al tema delle trivellazioni e stoccaggio degli idrocarburi.
Per questo, il comitato di Ancona, ha deciso di presentarsi alla conferenza con cartelli e striscioni per inserire il tema nell’ordine del giorno. Appena giunti all’interno della sala preposta, gli organizzatori hanno tentato in tutti i modi di dissuadere i cittadini che giustamente pretendevano di essere ascoltati e di poter intervenire in quella specifica circostanza.
L’urgenza dell’intervento è anche frutto delle ultime accelerazioni che vedono imminente la perforazione e la realizzazione di nuovi pozzi nel territorio marchigiano (es. piattaforme e nuovi progetti denominati Bonaccia NW, Clara NW, Bianca-Luisella).
Nonostante le pressioni da parte del rappresentante dell’assessorato all’ambiente regionale, Claudio Zabaglia, la rete TrivelleZero/Marche ha avuto la meglio mandando uno dei suoi membri a fare il primo intervento, che successivamente è stato ripreso da uno dei relatori Marco Affronte,biologo marino e deputato al parlamento europeo. Il suo discorso ha confermato i rischi e i pericoli, ma anche l’inutilità, di queste politiche economiche che vorrebbero imporre un modello di sviluppo “energifero” basato ancora oggi sullo sfruttamento dei combustibili fossili e sulla conseguente devastazione dei nostri territori.
La presenza di TrivelleZero/Marche si è conclusa con il volantinaggio dentro e fuori la sala invitando tutti e tutte a partecipare alla prima assemblea regionale delle rete che si terrà a Senigallia il prossimo 11 settembre presso lo spazio autogestito Arvultura.

TrivelleZero/Marche

Bookmark and Share

Intervento Festival Adriatico-Mediterraneo