Fra le guglie più belle delle Dolomiti di Brenta, una passeggiata con i rappresentanti di popolazioni indigene in lotta per la difesa dei propri territori. Minacciati da megaprogetti che in nome di un modello energetico distruttivo, attentano alla sopravvivenza di culture ed ecosistemi.

Domenica 6 maggio DALLE ANDE ALLE ALPI IL CAMMINO DELL'ACQUA

Con i Maya ed i Mapuche sulle orme dell'acqua fra le montagne del Trentino

Utente: yakufran
29 / 4 / 2012

“LA DIFESA DELLA CICLO DELL'ACQUA FRA MODELLO ENERGETICO E DIRITTI DELLE COMUNITA'”

“Dalle Ande alle Alpi, il  Cammino dell'acqua”  è una rassegna di conferenze all'aperto sulla Dolomiti trentine promossa da Yaku con il Servizio Valutazione Ambientale della Provincia Autonoma di Trento  e in collaborazione con L'Ente Parco Adamello Brenta. Domenica 6 maggio saremo con rappresentanti dei Mapuche Panguipulli e dei Maya del Guatemala, all'indomani della grande manifestazione contro l'Enel che lunedì 30 aprile vedrà rappresentanti delle maggiori vertenze contro la multinazionale italiana nel mondo, riunirsi sotto la sede romana. 

Una passeggiata informativa dove popoli andini ed alpini si ritrovano per unire esperienze e visioni, con l'obiettivo comune di proteggere i propri ecosistemi ragionando sul modello energetico distruttivo, che in ogni parte del mondo attenta a territori e comunità.

Il 6 maggio saremo con Conception Santay (Sindaco indigeno di San Juan Cotzal-Guatemala), Jorge Weke (leader Mapuche - Panguipulli, Cile), Victor Formantel (Aysen, Patagonia Cilena) e le guide del Parco Adamello Brenta

La cosmovisione delle popolazioni indigene e le loro lotte in difesa della propria cultura servono per ampliare il nostro sguardo verso una responsabilità collettiva che come popolazioni di montagna abbiamo, per la difesa delle montagne, dell'acqua e dei beni comuni universali.

Una riflessione fra Ande ed Alpi sui fragili ecosistemi montani, laddove incomincia il Cammino dell'Acqua, ovvero il ciclo idrogeologico che rende possibile la vita nel nostro Pianeta.

Dopo il Popolo Nahua del Messico , i boliviani di Cochabamba e la visita delle autorità del popolo indigeno colombiano U'wa, domenica 6 maggio il Cammino dell'Acqua prosegue con i Maya ed i Mapuche, sulle orme della Patagonia cilena e delle montagne sacre del Guatemala. 

Il cammino dell'acqua che unisce Ande ed Alpi e che non finisce mai.

Per il PROGRAMMA vedi: www.yaku.eu

Bookmark and Share