Napoli-Il nuovo spazio per i diritti dei migranti

6 / 12 / 2013

Stamattina un nuovo spazio è stato liberato nel cuore di Napoli.Gli attivisti e le attiviste di Lab.Occupato Insurgencia e di Mezzocannone Occupato, insieme ai componenti della squadra di calcio antirazzista Afro-Napoli United, hanno aperto le porte di uno stabile comunale, a cui si accede dalla Galleria Principe di Napoli. L'occupazione di oggi ha lo scopo di costruire un luogo in cui trovino cittadinanza tanti dei bisogni a cui la nostra città non riesce a rispondere. Primo fra tutti, il bisogno di creare spazi di condivisione non preclusi e non esclusivi: spazi in cui si respiri un'aria antirazzista e si pratichi una vera accoglienza che sopperisca alle carenze delle istituzioni, locali e nazionali, rispetto all'arrivo dei migranti e alle loro esigenze. E' da tempo che i/le militanti di Lab.Occupato Insurgencia e di Mezzocannone Occupato, hanno avviato una collaborazione con la squadra di calcio antirazzista Afro-Napoli United, rappresentando un valido esempio di come lo sport possa emancipare dalla barbarie del pensiero razzista e xenofobo.Inoltre, da circa un mese, l'esperienza della scuola di italiano Nablus ha creato negli spazi di 1/2 Cannone 12 Occupato un esempio virtuoso di corso di lingua che riesce ad andare oltre la semplice erogazione di un servizio, costituendo la possibilità di nuovi incontri multiculturali e di una progettualità nuova che ha come protagonisti i migranti.Da oggi, il nuovo spazio liberato sarà la casa di tali progetti, contaminando il cuore della città con l'entusiasmo che li accompagna.

Ecco come si fa cittadinanza oltre la cittadinanza!
Da oggi, l'antirazzismo ha una nuova casa!

Le comunità ribelli del Lab. Occ. Insurgencia e di Mezzocannone Occupato

Afro-Napoli United

Bookmark and Share

Napoli-il nuovo spazio per i diritti dei migranti