Messina - Il secondo sgombero in meno di un anno: il teatro Pinelli resiste con la città

Questa mattina sgomberato il Teatro Pinelli a Messina

19 / 1 / 2014

Il teatro Pinelli alla ex casa del portuale di Messina è sotto sgombero dalle 7 distamani.  Nella “relata di notifica” si parladi reato di spettacoli non autorizzati, di invasione di una proprietà pubblica –(in evidente stato di degrado ed abbandono - n.d.r.): “I militari hanno inparticolare notato un consistente afflusso nei locali di numerosi giovaniintenti a dialogare (…) e lo svolgimento nei suddetti locali di concerti espettacoli previamente pubblicizzati su socialnetwork, sul sito www.teatropinellioccupato.it”  

In sintesi al Teatro Pinelli viene imputato: reato diautocostruzione di un  palco (di due..),reato di autoformazione gratuita, reato di antimilitarismo, reato di autorecupero, reato di incremento dell’attività culturale cittadina, reato dicostruzione di un’identità collettiva in una città in terremoto permanente,reato di antirazzismo, reato di favoreggiamento sfrattati, reato di accoglienza,reato di ospitalità.

L’autogoverno dei beni comuni fa paura a chi preferisce glispazi abbandonati, dismessi, lasciati in mano alla malavita organizzata e allaspeculazione edilizia.

È un caso che proprio stamani nel corso dell’operazionemilitare sia stata consegnata a un attivista del teatro la denuncia perresistenza a pubblico ufficiale in occasione della manifestazione NO MUOS? Ed èun caso che tutto questo accada proprio in occasione dello sgombero della excasa del portuale che sulla carta risulta essere di proprietà della Regione? Edè ancora un caso che due degli attivisti a cui nei giorni scorsi è statanotificata la denuncia per occupazione delle antenne militari M.U.O.S. sianotra i quattro denunciati per l’occupazione della ex casa del portuale? 4denuncie: un giornalista, un video maker e due attivisti No Muos; più le seipersone che la scorsa notte hanno dormito in teatro.

La ex casa del portuale, nella zona della stazione marittimadi Messina è stata protagonista del dibattito politico negli ultimi mesi: primaperché al centro di una area di beni dismessi del patrimonio comunale (exmercato ittico, dogana, magazzini generali, ex silos) poi per il graffito di Blu,uno dei writers più famosi al mondo, opera di cui si è interessato anche l’assessoratoalla cultura del comune di Messina e la soprintendenza, infine per le denunciedel commissario liquidatore della cooperativa,  Placido Matasso, che gestiva fino al 2011 l’immobile,lasciato poi in totale stato di abbandono.

Numerosi cittadini, il circolo ArciThomas Ankara, il movimento Cambiamo Messina dal basso e gli assessori Mantineoe Ialacqua e Cucinotta della giunta Accorinti si sono precipitati in sostegnodegli attivisti. Dopo una assemblea cittadina si deciderà come procedere.

ASSEMBLEA CITTADINA h17 al Cantiere dell'incanto- Casa del Con , via Maddalena n 8

Teatro Pinelli Occupato

Bookmark and Share