Tunisia » Geopolitica

11 risultati Rss Feed
Tunisia - Anch'io ho bruciato un posto di polizia . Intervista a Lina Ben Mhenni

Tunisia - Anch'io ho bruciato un posto di polizia . Intervista a Lina Ben Mhenni

Campagna contro la criminalizzazione degli attivisti politici

3 / 6 / 2014
Della campagna "Anch'io ho bruciato un posto di polizia" si è parlato durante l'intensa e ricco l'atelier che ha visto protagonisti i "Centre Mediatique Comunitaire" - CMC del sud della Tunisia alla Conferenza  Freedom Of Expression a Tunisi."Un sogno che si è fatto realtà", ha affermato Khaled Amani di Accun raccontando l'inizio della storia: le prime carovane di Ya Basta ... »
Iraq. La doppia sfida di essere donna e giornalista

Iraq. La doppia sfida di essere donna e giornalista

30 / 5 / 2014
Essere donna e giornalista, in Iraq oggi, è due volte una sfida: a quella per la difendere la libertà di espressione, si aggiunge la sfida culturale per affermare la propria libertà individuale come donna che ha scelto un mestiere difficile. Intervista con Nibras Al-Mamory.L’Iraq è il paese in cui in tutto il mondo muoiono  più giornalisti. Sono 163 negli ultimi ... »
Sulle rotte dell'euromediterraneo -  Iniziano  le carovane in Tunisia, Turchia e Libano.

Sulle rotte dell'euromediterraneo - Iniziano le carovane in Tunisia, Turchia e Libano.

Prima tappa Monastir al Forum Sociale Magrebino sulle Migrazioni

18 / 4 / 2014
Con la presenza al Forum Sociale Magrebino sulle Migrazioni a Monastir, che si svolge dal 18 al 20  aprile, iniziano le tre delegazioni in Tunisia, Turchia e Libano organizzate da Un Ponte per .. e la Coalizione Ya Basta Marche, NordEst, Emilia romagna e Perugia all'interno dell'iniziativa "Sulle rotte dell'Euromediterraneo".In contemporanea le delegazioni andranno in alcuni ... »
Siria, emergenza profughi

Siria, emergenza profughi

29 / 3 / 2013
Dal WSF di Tunisi, in collaborazione con Osservatorio Iraq. Il conflitto siriano iniziato nel marzo 2011 e tuttora in corso ha provocato la morte di 60 000 persone secondo un rapporto delle Nazioni Unite. Ad oggi gli sfollati all’interno de paese sono circa 2 000 000 e un milione i profughi. Come si stanno comportando gli Stati vicini nel gestire la loro ... »
La Tunisia nel caos

La Tunisia nel caos

Sciopero generale e un milione di cittadini nelle piazze.

di Bz
9 / 2 / 2013
Ieri una manifestazione di popolo, accompagnata da uno sciopero generale che ha paralizzato il Paese – le agenzie si rimbalzano la cifra di molte centinaia di migliaia di persone, alcune azzardano un milione - ha seguito il funerale dell'esponente dell'opposizione Chokri Belaid, assassinato sotto casa da un commando, a conclusione sono seguiti incidenti e scontri a Tunisi ... »
Tunisi - Vogliamo democrazia e libertà

Tunisi - Vogliamo democrazia e libertà

Continua la protesta e per domani convocato lo sciopero generale

7 / 2 / 2013
Per tutta la giornata sono continuate le proteste non solo nella capitale ma anche in diverse parti del paese tra cui Gafsa. A Tunisi nel primo pomeriggio la polizia ha caricato con lacrimogeni i manifestanti, in maggior parte giovani, che andavano verso il Ministero degli Interni. Nel pomeriggio è corsa anche la notizia della morte di un giovane manifestante, notizia non ... »
Tunisi - Ucciso Chokri Belaïd, leader dell'opposizione laica, la protesta divampa nel paese

Tunisi - Ucciso Chokri Belaïd, leader dell'opposizione laica, la protesta divampa nel paese

Articolo in aggiornamento

6 / 2 / 2013
E' stato ucciso questa mattina a Tunisi  uno degli esponente dell'opposizione laica Chokri Belaïd del Partito dei patriotti democratici. Gli hanno sparato all'uscita di casa ed è morto mentre veniva portato in ospedale. Immediatamente sono iniziate le proteste di piazza, la polizia ha sparato lacrimogeni contro i manifestanti che sono scesi in Avenue Bourghiba, nei pressi ... »
Tunisia - Continuano le mobilitazioni che richiedono la caduta del Governo

Tunisia - Continuano le mobilitazioni che richiedono la caduta del Governo

Assalita da miliziani islamici la sede del sindacato Ugtt a Tunisi. Feriti e disordini. Corteo verso la Casba in risposta all’attacco.

5 / 12 / 2012
Nel primo pomeriggio di oggi la sede dell’Ugtt, il più grande sindacato tunisino, è stata presa d’assalto da un gruppo di miliziani della “Lega per la protezione della Rivoluzione”, che rappresenta sostanzialmente un’emanazione del partito islamico Ennadha, al potere in Tunisia dopo le elezioni del 23 ottobre 2011 che hanno fatto seguito alla Rivoluzione.L’Ugtt ... »
Tunisia - 9 aprile 2012 Zone e bandiere rosso sangue

Tunisia - 9 aprile 2012 Zone e bandiere rosso sangue

10 / 4 / 2012
Oggi non si dorme a Tunisi. Questa mattina il centro della città è stato teatro di scontri violentissimi. Molti i feriti,alcuni (quelli che sono stati accettati) all'ospedale, altri rintanati nei locali del partito del Pcot o in quelli dell'Ugtt. Dei posti sicuri, in cui la polizia non si è mai permessa di entrare. Vengono confermate anche le peggiori notizie: i martiri ... »
Racconti dalla Tunisia

Racconti dalla Tunisia

22 / 4 / 2011
Youssef HnainiaY: Youssef Hnainia, da Sfax, Tunisia, ho un diploma d’Inglese aziendale dal 2008, ed ho lavorato negli hotel come tuttofare. Sono arrivato a Lampedusa il 27 Marzo e sono in Italia da 20 o 19 giorni.La DittaturaY: In Tunisia, se volevi vivere, dovevi avere la “carta rossa”, dimostrava se eri con Ben Ali o no. Il giorno delle elezioni dovevi votare solo per ... »
1 2   »     Pagina 1 / 2