Russia

105 risultati Rss Feed
Reparti speciali e Referendum

Reparti speciali e Referendum

L'escalation dell'esercito ucraino è stata stoppata, i filorussi puntano sul referendum dell'11 maggio

di Bz
8 / 5 / 2014
L’offensiva dei reparti speciali dell’esercito ucraino si è fermata dopo una settimana di escalation che ha fatto temere il peggio, anche perché si sono visti in azione oltre i miliziani indipendentisti anche segmenti politici organizzati filo russi scontrarsi con i manifestanti locali ed importati degli ultra nazionalisti e fascisti di Pravi Sector.L’offensiva, anche ... »
Precipita la tensione ad Odessa e Sloviansk

Precipita la tensione ad Odessa e Sloviansk

50 morti il bilancio degli attachi del esercito e degli scontri, il rischio di guerra civile si estende.

di Bz
3 / 5 / 2014
"Utilizzando l'aviazione per sparare su località di civili, il regime di Kiev ha lanciato un'operazione punitiva e sta distruggendo le ultime speranze per l'attuazione degli accordi di Ginevra", ha dichiarato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov.In verità gli accordi di Ginevra erano saltati 2 giorni – 10 giorni fa - dopo che si erano conclusi, quando l’esercito ucraino ... »
Sparatorie, movimenti di truppe e toni da Guerra Fredda

Sparatorie, movimenti di truppe e toni da Guerra Fredda

Cinque persone sarebbero rimaste uccise e tre check point sarebbero stati distrutti alla periferia di Sloviansk

di Bz
24 / 4 / 2014
Mentre a Ginevra si stilava un accordo di pacificazione, nelle regioni orientali dell’Ucraina si consolidava la rete dei miliziani filorussi che aveva occupato, oltre che i palazzi simbolo del Potere, anche gli snodi stradali e ferroviari, determinanti per la circolazione di merci e persone, andando a costituire un potere locale parallelo a quello istituzionale. ... »
Sottoscritto un accordo di pacificazione

Sottoscritto un accordo di pacificazione

Dopo 2 giorni di tensione alle stelle a Ginevra è stato raggiunto un accordo a quattro.

di Bz
18 / 4 / 2014
Mentre nell’est dell’Ucraina continuano gli scontri, ieri 3 morti e diversi feriti a Mariupol nel estremo Sudest del paese a Ginevra si è alzata una fumata bianca: Ucraina, Stati Uniti, Russia e Unione europea hanno trovato un accordo per limitare l'escalation di violenza tra Kiev e Mosca. A dare la notizia dell'intesa è stato il capo della diplomazia del Cremlino, ... »
Segnali di guerra nell'est ucraino

Segnali di guerra nell'est ucraino

Kiev invia milizie scelte per liberare i palazzi amministrativi occupati e rimuovere i posti di blocco

di Bz
16 / 4 / 2014
La terza fase delle rivolte in corso in Ucraina si sta definendo nonostante i segnali caotici che vengono fatti girare nell’informazione internazionale ed europea in modo particolare. È da questo fine settimana che nelle regioni dell’Est ucraino, quelle aldilà del fiume Dnieper che abbiamo spesso indicato, semplificando assai, come spartiacque interno tra quelle che ... »
Scambio di accuse e di segnali di guerra civile

Scambio di accuse e di segnali di guerra civile

Tensioni e qualche morto nelle regioni dell'EST ucraino. Una corrispondenza.

14 / 4 / 2014
"L'operazione anti-terrorismo" lanciata dalle forze di governo pro-europee ucraine contro gli insorti armati filo-russi nell'est del paese ha provocato "morti e feriti da entrambe le parti". Lo ha annunciato il ministro dell'Interno di Kiev, Arsen Avakov.Nelle regioni dell'Est Ucraino salgonono la tensione e le occupazioni dei palazzi del Potere nonostante i richiami ... »
Lo spezzatino ucraino

Lo spezzatino ucraino

Escalation di tensione con la proclamazione di nuovi referendum secessionisti e voci sulla mobilitazione di milizie mercenarie, di gruppi neonazisti.

di Bz
8 / 4 / 2014
Ieri l’occupazione delle sedi amministrative delle principali citta dell’est ucraino, oggi l’intervento dei reparti speciali inviati da Kiev ha permesso lo sgombero lasciando uno strascico di feriti e molti arresti.Stanno prendendo una brutta piega le vicende geopolitiche in Ucraina, una brusca accellerazione che non promette nulla di buono, soprattutto per gli ucraini ... »
La Crimea scalda il cuore della Grande Russia.

La Crimea scalda il cuore della Grande Russia.

Tra dispute in punta di diritto internazionale e incertezze europee si stabilizza il controllo russo.

di Bz
20 / 3 / 2014
Con il voto plebiscitario al 95%, incontestato, nel referendario del 16 marzo scorso, la Crimea ha ufficialmente optato per il ricongiungimento con la Russia, subito, il parlamento della Repubblica autonoma di Crimea (così denominata dalla costituzione ucraina) ha ufficializzato la richiesta di annessione, accolta dal parlamento russo con una legge votata lunedì.La domanda ... »
Dopo il voto in Crimea

Dopo il voto in Crimea

Un vittorioso plebiscito per Putin che rilancia il clima da Guerra Fredda. Wikileaks svela alcuni retroscena.

17 / 3 / 2014
 Le agenzie riportano che al referendum in Crimea ha partecipato lo 83% degli aventi diritto al voto e il 95% ha optato per l'adesione alla federazione delle repubbliche di Russia. Un vittorioso plebiscito per Putin, un abbaiare alla luna per l'Alleanza Atlantica, che rinforza la posizione russa di vantaggio sul campo e nelle trattative in corso.Certo il clima da Guerra ... »
l’Ucraina, vaso di coccio tra blindati di acciaio

l’Ucraina, vaso di coccio tra blindati di acciaio

I colloqui a Londra tra Kerry e Lavrov non hanno portato ad una soluzione.

di Bz
15 / 3 / 2014
Ci siamo tra 2 giorni assisteremo volenti o nolenti al posizionamento dell’Alleanza atlantica, leggi USA, dell’Unione Europea e della Russia in relazione all’esito, pressoché scontato, del referendum che si terrà in Crimea.Abbiamo visto Obama stendere le sue ali protettive sull’Ucraina, garantendo assistenza militare e nell’immediato inviando derrate alimentare di ... »
«   1 2 3 4 5 6 7 8   »     Pagina 3 / 11