Rassegna stampa » Euromediterraneo

91 risultati Rss Feed
Padova - Il blitz contro lo sciopero sociale eclissa la mafia

Padova - Il blitz contro lo sciopero sociale eclissa la mafia

Misure giudiziarie contro attivisti dei centri sociali Pedro e BiosLab per gli incidenti avvenuti il 14 novembre, nello stesso giorno in cui la Dda di Venezia ottiene il sequestro del patrimonio immobiliare di Francesco Manzo, 70enne pregiudicato camorrista residente a Padova

31 / 1 / 2015
 Il «blitz» della Digos eclissa l’incubo delle mafie. Fa sem­pre più noti­zia il revi­val degli anni di piombo, nono­stante la sicu­rezza delle infil­tra­zioni cri­mi­nali nel mer­cato edi­li­zio o l’indipendenza delle «cupole» inos­si­da­bili nella decli­nante capi­tale finan­zia­ria del Nord Est. Cin­que mili­tanti del «movi­mento» si sono ... »
Egitto, prosciolto l’ex presidente Mubarak

Egitto, prosciolto l’ex presidente Mubarak

di Giuseppe Acconcia, Il Manifesto 29 novembre 2014

30 / 11 / 2014
Il Cairo. Cade l’accusa di aver ucciso i manifestanti Piazza Tahrir. Morsi rischia invece l’esecuzioneSono stati tutti pro­sciolti: a comin­ciare dall’ex pre­si­dente Hosni Muba­rak fino al san­gui­na­rio mini­stro degli Interni Abib el-Adli. La ven­detta è com­piuta, la restau­ra­zione com­ple­tata, il Par­tito nazio­nale demo­cra­tico, e con lui lo ... »
Gaza. Secondo giorno di tregua, la diplomazia al lavoro

Gaza. Secondo giorno di tregua, la diplomazia al lavoro

In Egitto team di negoziatori palestinesi e israeliani: i primi chiedono la fine dell’assedio, i secondi la smilitarizzazione della Striscia in cambio della ricostruzione.

6 / 8 / 2014
Secondo giorno di tregua, dei tre previsti dall’accordo stipulato al Cairo tra la delegazione palestinese e Israele. E mentre proseguono gli sforzi per allungare di altri due giorni il cessate il fuoco, si contano i danni subiti dalla Striscia in quasi un mese di offensiva militare, la più dura di sempre. Oltre 10mila case, uffici governativi, scuole, moschee, ... »
Gaza, sotto le bombe muore anche il calcio internazionale

Gaza, sotto le bombe muore anche il calcio internazionale

La morte sotto i bombardamenti del più famoso calciatore palestinese non impone alla Fifa nessun tipo di condanna verso lo stato di Israele e la sua federazione

4 / 8 / 2014
La fine della guerra la vedono solo i morti, e mai come oggi nella striscia di Gaza questa è una tragica verità. Migliaia di corpi senza vita per la necessità dello stato di Israele di esercitare un diritto alla difesa - posto che ne abbia diritto - che si è trasformato in un massacro indiscriminato di civili inermi, uomini, donne e bambini. "La Palestina ha perso uno dei ... »
Canale di Sicilia - Un mare di stragi. E i governi rimangono a guardare

Canale di Sicilia - Un mare di stragi. E i governi rimangono a guardare

30 morti nel Mar Mediterraneo, 5.000 persone arrivate in poco più di 48 ore

1 / 7 / 2014
Altri trenta corpi recuperati. Questa volta morti su un natante dove a bordo altre 590 anime hanno sfidato la morte. Ancora vite spezzate dal confine. Migliaia di persone in poche ore approdate sulle coste italiane. Intanto i governi europei hanno definitivamente sancito la fine di quella crisi di legittimità delle politiche europee in materia di immigrazione che la ... »
Tunisia - Il disincanto e l'attesa

Tunisia - Il disincanto e l'attesa

15 / 1 / 2014
La Tuni­sia ha festeg­giato ieri il terzo anni­ver­sa­rio della rivo­lu­zione che aveva por­tato alla caduta di Ben Ali. Una cele­bra­zione senza grande eufo­ria. Infatti, seb­bene la rivo­lu­zione tuni­sina con­ti­nui a rap­pre­sen­tare un espe­ri­mento posi­tivo nella fuo­riu­scita dalla dit­ta­tura, gli obiet­tivi della rivo­lu­zione sono ... »
Parlamento europeo - Ecco cosa non ha voluto approvare

Parlamento europeo - Ecco cosa non ha voluto approvare

Canale umanitario e deroga a Dublino. La risoluzione proposta dal gruppo GUE/NGL

25 / 10 / 2013
C’è grande discussione intorno alla risoluzione bipartisan approvata dal Parlamento europeo nella seduta del 16 ottobre. Il nocciolo della questione, codita di considerando, condoglianze, preoccupazioni ed inviti, ruota tutto intorno al rafforzamento di Frontex ed al potenziamento degli accordi bilaterali con gli stessi stati di "emigrazione" da cui proprio i migranti ... »
 Arte, politica e rivoluzione in Tunisia

Arte, politica e rivoluzione in Tunisia

Intervista a Mohammed Ali Ltaief, 29 anni, di Tunisi, attivista del gruppo di Ahl al-Kahf, un collettivo di “artisti terroristi” molto conosciuto in Tunisia ed a livello internazionale per quanto riguarda la StreetArt tunisina prima e dopo la rivoluzione, ed oggi attivista del collettivo di artisti tunisini impegnati in politica “Bios”, ed attivista del movimento studentesco di resistenza della Tunisia.

Utente: vecio
24 / 10 / 2013
Di Mattia Gallo L’omicidio del leader dell’oposizione Chokri Belaid ha attratto l’attenzione dei mediad i tutto il mondo. Si può dire che questo evento si innesta in un clima di violenza susseguente alle elezioni democratiche? Qual è il peso di questa violenza esercitata dalle forze governative in Tunisia? Per prima cosa bisogna fare attenzione ad usare il ... »
L’appello per un canale umanitario? Portiamolo insieme sul tavolo del Consiglio europeo del 24 e 25 ottobre

L’appello per un canale umanitario? Portiamolo insieme sul tavolo del Consiglio europeo del 24 e 25 ottobre

Inviamo migliaia di mail a presse.centre@consilium.europa.eu o portiamo l’appello ad uffici Ue o ambasciate

21 / 10 / 2013
In oltre 20.000 abbiamo chiesto l’immediata apertura di un canale umanitario fino all’Europa come risposta a quanto avvenuto lo scorso giovedì 3 ottobre nelle acque del Canale di Sicilia. Tutti l’hanno invocato, lo hanno ipotizzato, ma nessuno dei governi europei ha voluto attuarlo concretamente.Il prossimo 24 e 25 ottobre i Capi di Stato dei Paesi Membri si ... »
Zaini e tende in spalla: "Siamo pronti per ritornare!"

Zaini e tende in spalla: "Siamo pronti per ritornare!"

I manifestanti lanciano l'appuntamento per rioccupare Gezi Park.

6 / 7 / 2013
Lo scenario politico turco emerge in tutte le sue contraddizioni: le scommesse politiche fatte dall' AKP (Partito per la Giustizia e lo Sviluppo) hanno raggiunto l'apice svelando le proprie criticità. Il "modello turco", tanto vantato e promosso dalla stesso Erdogan come strumento di risoluzione dei problemi in Egitto ha fallito. L'ormai ex presidente Morsi, facente parte ... »
1 2 3 4 5 6   »     Pagina 1 / 10