Narcostato

4 risultati Rss Feed
Messico - Relazione della Brigata Internazionale di solidarietà con il CODEDI

Messico - Relazione della Brigata Internazionale di solidarietà con il CODEDI

22 / 3 / 2018
Riprendiamo dal blog resistenciaglobalautonoma la relazione della  Brigata Internazionale di Solidarietà in seguito alla visita fatta al Centro di Formazione Finca Alemania del CODEDI (Comitato per la Difesa dei Diritti Indigeni), in seguito all’agguato mortale del 12 febbraio in cui sono morti tre compagni.Il 14 e 15 marzo del 2018 una Brigata Internazionale ... »
Crimine di stato in Messico - Uccisi tre compagni del CODEDI in un'imboscata

Crimine di stato in Messico - Uccisi tre compagni del CODEDI in un'imboscata

Attaccano l'Autonomia? Nessun passo indietro

14 / 2 / 2018
Riportiamo la notizia dell'uccisione di tre compagni del CODEDI in Messico con un articolo a cura del Nodo Solidale.Il telefono che squilla.- Si un’imboscata, si si sui compagni, raffiche.-- Cosa? No, ti richiamo -- Quanti morti? 3, si ti richiamo -- Maledetti. Si, si. TI richiamo io -Ancora sangue.Ed è ancora il sangue dei compagni quello versato sulle strade di un ... »
Messico - Polizie Comunitarie e iniziative di sicurezza dal basso di fronte alla violenza

Messico - Polizie Comunitarie e iniziative di sicurezza dal basso di fronte alla violenza

Alcune chiavi di lettura per comprendere le eterogenee esperienze di polizie comunitarie e gruppi di autodifesa

26 / 11 / 2014
Dalla fine di settembre la scuola Normal di Aytozinapa è presidiata da membri della Polizia Comunitaria di Tixtla, che proteggono gli studenti da possibili attacchi o rappresaglie dei gruppi criminali o delle forse dello stato.In tutto il Guerrero si contano nell'ordine delle centinaia le località in cui operano gruppi di civili armati che in maniera autonoma ... »
Messico, le vene dei desaparecidos non finiscono ad Ayotzinapa

Messico, le vene dei desaparecidos non finiscono ad Ayotzinapa

di Caterina Morbiato, NapoliMonitor.it

14 / 11 / 2014
«Le azioni si inaspriranno. Non ne possiamo più, siamo disperati. Ogni giorno, ogni minuto che passa sentiamo che li stiamo perdendo», avverte Dante, studente sopravvissuto all’attacco letale del 26 settembre in cui sono state assassinate sei persone e fatti sparire quarantatre studenti della Escuela Normal di Ayotzinapa. «Ci sembra ridicolo che il governo statale e ... »