Guerra » Migranti

22 risultati Rss Feed
Libia: obbligati a combattere per il Paese che li tortura

Libia: obbligati a combattere per il Paese che li tortura

9 / 4 / 2019
Libia: un’altra violazione dei diritti umani. Migranti obbligati a combattere per il Paese che li tortura. L’appello di DossierLibia.Si aggrava ulteriormente in queste ore la situazione in Libia dove si fronteggiano due fazioni ben note per i massacri dei civili: il governo nazionale di Fayez Al Serraj e le forze del generale Haftar.Il primo appoggiato dalle nazioni unite, ... »
Treviso - La protesta dei profughi in piazza poi l’incontro con il Prefetto

Treviso - La protesta dei profughi in piazza poi l’incontro con il Prefetto

20 / 2 / 2015
 Nell’intervista che avevamo realizzato qualche giorno fa ad uno dei profughi che aveva partecipato alla protesta dell’11 febbraio scorso a Vittorio Veneto con un blocco stradale per chiedere condizioni di vita dignitose nel centro gestito dal Ceis in cui vivono, la richiesta che ci avevano fatto era stato "Qualcuno ci aiuti".E qualcuno li ha aiutati. Sostenuti ... »
Il volto indifferente dell’Europa - Intervista a Sandro Mezzadra

Il volto indifferente dell’Europa - Intervista a Sandro Mezzadra

19 / 2 / 2015
In questa lunga e interessante intervista Sandro Mezzadra, che ringraziamo per il prezioso contributo, fissa alcune traiettorie cruciali per l’interpretazione della mutevolezza dei confini e delle battaglie ad essi connesse, non perdendo di vista un approccio realistico volto alla ricerca di soluzioni."Questo irrigidimento dei confini dell'Europa", secondo Mezzadra, "ci ... »
Il nostro 3 ottobre. Ad un anno dalla strage di Lampedusa, non il giorno della memoria ma una giornata di mobilitazioni

Il nostro 3 ottobre. Ad un anno dalla strage di Lampedusa, non il giorno della memoria ma una giornata di mobilitazioni

Ne Frontex ne Mare Nostrum, appello per un 3 ottobre senza ipocrisia

22 / 9 / 2014
L’anniversario del 3 ottobre, quando 368 donne, uomini e bambini persero la vita nel naufragio di Lampedusa, trova un mondo dilaniato dal diffondersi di conflitti asimmetrici inediti e dall’acuirsi di quelli che da decenni segnano il pianeta. Da Guantanamo ai tagliagole in Iraq, passando per le decine di migliaia di morti in Ucraina, a Gaza e in Siria, per la nuova ... »
Roma - Oggi abbiamo sanzionato la sede dell’Almaviva!

Roma - Oggi abbiamo sanzionato la sede dell’Almaviva!

Iniziativa sotto la sede romana di Almaviva, produttrice dei radar anti immigrati impiegati in Sicilia

7 / 4 / 2011
7 aprile 2011 Almaviva è uno degli attori privati chiave nel campo delle politiche “securitarie” e di contrasto alla cosiddetta immigrazione clandestina. Oltre ad aver collaborato con il governo nella realizzazione del “permesso di soggiorno elettronico”, la società partecipa ai progetti previsti dal programma operativo nazionale (PON) “Sicurezza per lo sviluppo - ... »
Migranti stanziali

Migranti stanziali

4 / 4 / 2011
In un precedente articolo abbiamo parlato dell’invenzione della clandestinità. Quello è il modo di produrre superfluità ai piani bassi, per così dire, dell’edificio sociale. C’è però corrispondente anche ai piani alti, anzi addirittura “fra le nuvole”, Up in the Air –secondo il titolo originale del film di Jason Reitman. E’ il modo in cui a migrare e ad ... »
Bologna, davanti al Cie e in corteo contro i bombardamenti e per la libertà di tutti i migranti!

Bologna, davanti al Cie e in corteo contro i bombardamenti e per la libertà di tutti i migranti!

2 / 4 / 2011
Il Coordinamento 2 Aprile Bologna si è dato appuntamento davanti al Cie di Bologna per aprire la giornata di mobilitazione contro i bombardamenti, perché questo luogo rappresenta l'altro volto della guerra umanitaria, dove vengono detenuti da quasi un mese migranti tunisini trasferiti da Lampedusa.Con striscioni, palloncini, musica e cartelli è stato denunciato il ruolo di ... »
Coltano (Pi) - No Cie, nè qui nè altrove!

Coltano (Pi) - No Cie, nè qui nè altrove!

Abbattute le reti dell'ex base militare per chiedere la rivalutazione del perimetro

2 / 4 / 2011
 Negli ultimi giorni abbiamo vissuto anche nel nostro territorio le conseguenze dello stato di emergenza creato dal Governo dopo l'inizio dei bombardamenti sulla Libia e le conseguenti migrazioni.Per prima cosa vogliamo ribadire la nostra contrarietà all'intervento militare: non è con bombe e eserciti che si supportano i movimenti di liberazione nei paesi del Maghreb.Ma ... »
2 aprile - Mobilitazione nazionale contro i bombardamenti

2 aprile - Mobilitazione nazionale contro i bombardamenti

Il 2 aprile iniziative a Roma e in molte altre città. Già centinaia le adesioni di organizzazioni, associazioni e movimenti all’appello del coordinamento

1 / 4 / 2011
Nel Coordinamento2aprile si riconoscono organizzazioni, associazioni, movimenti, singole persone unite dal rifiuto della guerra e dalla convinzione che sia necessario impegnarsi per fermare i bombardamenti e imporre il cessate il fuoco in Libia,  sostenere le rivoluzioni e le lotte per la  democrazia e la libertà dei popoli mediterranei e del mondo arabo, garantire ... »
Il 2 aprile a Ventimiglia!

Il 2 aprile a Ventimiglia!

A Ventimiglia centinaia di persone sono ferme da giorni al confine con la Francia, bloccate da un muro invalicabile di controlli. Sabato 2 aprile saremo a Ventimiglia contro queste politiche di respingimento.

1 / 4 / 2011
Stop ai bombardamentiAccoglienza e asilo per tutti/eL’Italia ha intrapreso l’ennesima “guerra umanitaria”. Chi ieri ha finanziato e coperto d’ossequi Gheddafi, oggi cavalca la crisi politica libica, per salvaguardare e incrementare i propri interessi economici in quel paese. Si stanno spartendo la torta, senza essere disposti a farsi carico delle conseguenze. La ... »
1 2 3   »     Pagina 1 / 3