Colonialismo

7 risultati, sezione: In movimento (vedi tutti) Rss Feed
Padova - «Come Open Your Borders sentiamo che la nostra identità è in transizione»: presentazione pubblica del progetto associativo

Padova - «Come Open Your Borders sentiamo che la nostra identità è in transizione»: presentazione pubblica del progetto associativo

Documento in italiano, inglese, fracese e spagnolo. Appuntamento sabato 6 febbraio al centro sociale Pedro (via Ticino, 5 - Padova)

4 / 2 / 2021
Pubblichiamo il documento che accompagna la presentazione pubblica dell’associazione Open Your Borders di Padova, che avverrà sabato 6 febbraio alle 15 al centro sociale Pedro (via Ticino, 5-Padova).ItalianoSiamo partit*, diversi anni fa, con un approccio che oggi definiremmo di "antirazzismo classico", che mirava sì alla tutela dei diritti dei migranti ma perpetuando di ... »
Piattaforme d’oro (nero)

Piattaforme d’oro (nero)

Giovedì 5 novembre il Collettivo Universitario S.P.A.M. e l’ Associazione Ya Basta! Êdî Bese! hanno fatto un presidio sotto Palazzo Bo, sede dell’Università di Padova

6 / 11 / 2020
Giovedì 5 novembre il Collettivo Universitario S.P.A.M. e l’ Associazione Ya Basta! Êdî Bese! hanno fatto un presidio sotto Palazzo Bo, sede dell’Università di Padova. Queste le richieste fatte al Rettore: prendere seriamente in considerazione l’utilizzo di piattaforme libere, mirando quindi a contrastare il monopolio che le grandi aziende di comunicazione ... »
Differenza e discriminazione, la semplificazione retorica nella discussione pubblica

Differenza e discriminazione, la semplificazione retorica nella discussione pubblica

23 / 10 / 2020
Differenza e discriminazione, come accennato nella parte introduttiva, sono due termini che tendono ad avere apparentemente, nella concezione comune, un significato univoco. Emessi attraverso il linguaggio e, in particolare attraverso la discussione pubblica, tendono ad essere drasticamente sovrapponibili, prima che fraintendibili. La differenza, sovrapposta alla ... »
La crisi climatica come una nave negriera: ecologia e anticolonialismo

La crisi climatica come una nave negriera: ecologia e anticolonialismo

Intervista di Marco Armiero a Malcom Ferdinand fatta per il dibattito “Decolonizzare la crisi ecologica” tenutosi al Venice Climate Camp.

29 / 9 / 2020
Pubblichiamo l’intervista di Marco Armiero a Malcom Ferdinand - autore di Une écologie décoloniale. Penser l’écologie depuis le monde caribéen (Seuil 2019) – realizzata per il dibattito “Decolonizzare la crisi ecologica” tenutosi al Venice Climate Camp. Malcolm lavora al French National Council for Scientific Research e frequenta il dottorato di ricerca ... »
Migrazioni "climatiche" e produzione di "othering"

Migrazioni "climatiche" e produzione di "othering"

Intervista a Marco Armiero

13 / 9 / 2019
Ai margini del focus-lab “Crisi climatica, neocolonialismo e migrazioni forzate”, Salvo Torre ha intervistato uno dei relatori, Marco Armiero, direttore dell'Environmental Humanities Lab del Royal Institute of Technology a Stoccolma.Durante l’incontro qui al Climate Camp con Nnimmo Bassey vi siete confrontanti su una serie di grandi trasformazioni della società globale, ... »
Eni - Il colonialismo è climatico

Eni - Il colonialismo è climatico

13 / 3 / 2019
Se il noto rapporto dell'Ipcc sul cambiamento climatico sostiene che già entro il 2030 potremmo arrivare a un aumento di temperatura tale da prefigurare conseguenze drammatiche per la vita sul pianeta e se afferma che sarà necessario, entro il 2050, raggiungere lo zero di emissioni nette[1], allora è chiaro perché diventa imprescindibile fermare le grandi multinazionali ... »
Qui sommes-nous?

Qui sommes-nous?

Riflessioni sui fatti del 7 Gennaio a Parigi

13 / 1 / 2015
Scriviamo a quasi una settimana dall'attentato contro Charlie Hebdo. Stiamo provando a seguire l’attuale dibattito sulla questione nelle sue innumerevoli diramazioni e nella molteplicità delle sue declinazioni. Un dibattito che diventa stucchevole nella sua coazione tipica del nostro tempo a prendere parola tutti, immediatamente, e senza il benché minimo esercizio ... »