Call for contribution

7 risultati Rss Feed
La normalità è sentirsi inadeguati alla normalità

La normalità è sentirsi inadeguati alla normalità

Il sesto articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).

6 / 6 / 2020
Il sesto articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).Una premessa è d’obbligo: non sono stata esente dalla romanticizzazione della quarantena. Anzi. Ci ho sguazzato.“Posso dedicarmi a cose che sino ad oggi ho accantonato!”, mi son detta sin dagli esordi del lockdown.Settimana dopo ... »
Compagne di sogni

Compagne di sogni

Il quinto articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).

2 / 6 / 2020
Il quinto articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).Un’altra mattinata sprecata. Da quando è iniziato il lockdown, il sonno è il mio cruccio peggiore. Fatico ad addormentarmi se non a un’ora molto tarda; ci riesco solo grazie a qualche goccia di olio di CBD e tiro avanti fino alla ... »
Sono sparite le occhiaie, ma poi è sparito anche il sonno

Sono sparite le occhiaie, ma poi è sparito anche il sonno

Il quarto articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).

30 / 5 / 2020
Il quarto articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).Una mattina di questa quarantena mi sono svegliata e sono andata in bagno, mi sono lavata la faccia e mi sono fermata a guardarmi allo specchio. Fino a qui tutto come sempre ma quel giorno era diverso dagli altri, non perché sarei riuscita ... »
‘Sta storia dei giardini e dei ricchi, fase ∞

‘Sta storia dei giardini e dei ricchi, fase ∞

Il terzo articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).

26 / 5 / 2020
Il terzo articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).Da quanti anni avevo perso l’automatismo “cena a casa-accensione tv”? Non vivo più con i miei genitori dal 2011, ho cambiato tre case in cui la tv era spesso niente più di un monolite impolverato destinato a giacere su ... »
Alle radici del dolore

Alle radici del dolore

Secondo articolo della call for contribution: uno spazio per sé. Per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info.

23 / 5 / 2020
Il secondo articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info).Sono una persona ironica, grazie a molte divinità. Ho trent’anni (più uno, ma il compleanno in pandemia non si conta) e pur avendo un lavoro che è per antonomasia il “lavoro sicuro” nell’immaginario collettivo, accalco le ... »
Call for contribution: “Uno spazio per sé”

Call for contribution: “Uno spazio per sé”

19 / 5 / 2020
Confinamento in casa, relazioni a distanza e paralisi di ogni attività lavorativa e non si sono abbattuti sulla vita di milioni di persone, andando ad aggravare una situazione di difficoltà economica e sofferenza emotiva in corso da molti anni. Global Project apre uno spazio tra le sue colonne per dare voce a quella generazione di giovani e meno giovani che, costretta più ... »
Ho trent'anni e sono stanco

Ho trent'anni e sono stanco

Primo articolo della call for contribution: uno spazio per sé. Per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info.

19 / 5 / 2020
Il primo articolo della call for contribution: uno spazio per sé (per inviarci il tuo contributo scrivi a: redazione@globalproject.info). Questo testo nasce a seguito della diretta facebook, organizzata da Collettiva.it l’11 maggio, in cui venivano intervistati Maurizio Landini (CGIL) e Francesco Sinopoli (Flc-CGIL) in merito al presente e al futuro di scuola e università, ... »