Bulgaria

11 risultati Rss Feed
Lo strano caso di Nayef Zayed

Lo strano caso di Nayef Zayed

Vive da oltre vent'anni in Bulgaria, dove ha moglie, figli e lavoro. Eppure da dicembre non può uscire dall'ambasciata palestinese a Sofia, pena l'estradizione in Israele.

9 / 2 / 2016
Non è solo la libertà di Omar Nayef Zayed, la posta in gioco a Sofia, ma quella di tutti i rifugiati politici palestinesi in Europa. “Partigiano e combattente” per i sostenitori della causa palestinese, “terrorista e criminale” per l’esercito e il governo israeliano, dal 17 dicembre scorso, Zayed vive assediato nei locali dell’ambasciata palestinese della ... »
Emergenza ai confini: in Bulgaria la polizia spara uccidendo un migrante afghano

Emergenza ai confini: in Bulgaria la polizia spara uccidendo un migrante afghano

16 / 10 / 2015
Non è la prima volta che un migrante perde la vita nel viaggio della speranza all’interno dei confini europei, abbiamo sentito di molti: sia in mare, sia nascosti nei tir e morti per asfissia, sia chi si è arreso agli stenti e alla fatica. Ma è la prima volta che un uomo viene ucciso da un’arma da fuoco mentre tenta di entrare in Europa, e a vincere il triste primato è ... »
La Bulgaria tra corruzione del potere, proteste di piazza e movimenti sociali

La Bulgaria tra corruzione del potere, proteste di piazza e movimenti sociali

Intervista con Mariya del Centro Sociale Haspel di Sofia

11 / 4 / 2014
Intervista di Mattia Gallo a Mariya Ivancheva, attivista bulgara, dottorato di ricerca in Sociologia e Antropologia Sociale della Central European University di Budapest, sul tema della riforma dell'istruzione superiore in Bolivariana del Venezuela. E’ un membro del collettivo Centro Sociale Haspel a Sofia, in Bulgaria, e un editore di Lefteast. Lefteast (in inglese ... »
Bulgaria - Nuove proteste dopo il blocco del Parlamento, caricato dalla polizia

Bulgaria - Nuove proteste dopo il blocco del Parlamento, caricato dalla polizia

Articolo in aggiornamento

13 / 11 / 2013
Dopo occupazione dell'università di Sofia, ieri la protesta per chiedere le dimissioni del governo si è spostata davanti al Parlamento. In molti hanno marciato fino al Palazzo, protetto da un dispoegamento di polizia dietro ad un muretto eretto a difesa dell'edificio.La repressione non si è fatta attendere e numerosi manifestanti sono stati colpiti dai poliziotti ed alcuni ... »
Il 16 novembre a Gradisca per dire no ai muri delle frontiere e dei Cie, per diritti e libertà

Il 16 novembre a Gradisca per dire no ai muri delle frontiere e dei Cie, per diritti e libertà

Come in Turchia anche il Bulgaria si vuole fermare il transito dei rifugiati

12 / 11 / 2013
Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un articolo sul contestato muro che la Turchia ha creato sul confine verso la Siria, oggi la notizia di un altro muro tra Bulgaria e Turchia."Grandi opere" di morte che vorrebbero fortificare i confini europei dopo che la tragedia di Lampedusa rende ancora più urgente andare in un'altra direzione: costruire accesso ed ... »
Il movimento DANS guida l'assedio del Parlamento

Il movimento DANS guida l'assedio del Parlamento

Contro la corruzione

24 / 7 / 2013
E' il movimento DANS - deriva dall'acronimo del ministero dell'interno ma anche da 'danza' - che guida le proteste che hanno portato per 40 giorni in piazza migliia di cittadini, per lo più giovani, contro la scelta di nominare il boss dei media bulgari, Delyan Peevski, già implicato in precedenti casi di corruzione, quale responsabile della sicurezza del paese. Il movimento ... »
Bulgaria, di nuovo in piazza

Bulgaria, di nuovo in piazza

il nuovo governo dimissionato dalle manifestazioni

di Bz
19 / 6 / 2013
A febbraio 2013 imponenti manifestazioni contro la corruzione e il caro prezzi, in particolare dell’energia elettrica, hanno costretto alle dimissioni il partito GERB di centro destra che ha guidato il paese negli ultimi anni, le elezioni politiche del 12 maggio, nonostante gli scandali, la corruzione, le manifestazioni, hanno dato la maggioranza al GERB, al centro destra, ... »
Bulgaria: continuano le proteste

Bulgaria: continuano le proteste

27 / 2 / 2013
l primo ministro Boiko Borisov, del partito di centro-destra “Cittadini per lo sviluppo europeo”, ha annunciato le dimissioni mercoledì scorso, dopo due settimane di proteste in tutto il paese.Boiko Borisov, 53 anni, era primo ministro della Bulgaria dal 2009, quando il suo partito GERB aveva ottenuto quasi il 42 per cento dei voti stravincendo sui socialisti uscenti. ... »
Bulgaria, le dimissioni del premier Borisov non fermano le mobilitazioni

Bulgaria, le dimissioni del premier Borisov non fermano le mobilitazioni

Sotto accusa la politica di austerity benedetta dalla comunità europea

25 / 2 / 2013
Le dimissioni del premier, Boiko Borisov, e l’annuncio delle elezioni anticipate non hanno placato le proteste in Bulgaria. Le piazze di Sofia e delle maggiori città del Paese continuano ad essere presidiate giorno e notte da migliaia di manifestanti che si rifiutano di smobilitare, che hanno accolto con fischi il tentativo del capo dello Stato, Rossen Plevneliev, di ... »
Bulgaria: la piazza dimissiona il Governo

Bulgaria: la piazza dimissiona il Governo

21 / 2 / 2013
Dopo 10 giorni di proteste di strada contro la povertà – a tratti caratterizzate da episodi violenti e scontri– il primo ministro della Bulgaria, Boiko Borisov ha consegnato ieri le proprie dimissioni al parlamento.Negli ultimi giorni i manifestanti hanno organizzato proteste molto partecipate che in alcuni casi sono diventate violente. Alcune persone hanno lanciato ... »
1 2   »     Pagina 1 / 2