Astrit Dakli

14 risultati Rss Feed
Russia - Oppositori in tribunale, ora tocca al blogger

Russia - Oppositori in tribunale, ora tocca al blogger

2 / 8 / 2012
Un nuovo e grave caso di repressione politica in Russia: uno dei più noti esponenti del movimento di opposizione antiputiniano, Aleksej Navalny, è stato incriminato sulla base di accuse (furto di legname) che - almeno a prima vista - non sembrano stare in piedi, se non per l'ostinazione persecutoria di una pubblica accusa strettamente governata dal Cremlino. Se ... »
A Mosca una folla anti-Putin

A Mosca una folla anti-Putin

150mila manifestanti contro il presidente e le sue nuove leggi anti-protesta

13 / 6 / 2012
 Se il Cremlino voleva spaventare i suoi avversari con le perquisizioni della vigilia nelle case dei nomi più in vista dell'opposizione, decisamente non c'è riuscito: e Vladimir Putin ha persino dovuto abbozzare un tentativo di dialogo. La giornata di ieri, festa nazionale (il 12 giugno 1991, data dell'elezione di Boris Eltsin a primo presidente della Russia, è ... »
Russia - Il presidente c'è la russia ancora no

Russia - Il presidente c'è la russia ancora no

4 / 3 / 2012
E lezioni paradossali quelle che si svolgono oggi in Russia. Il risultato è dato per scontato da tutti Vladimir Putin tornerà al Cremlino dopo quattro anni di assenza, probabilmente senza nemmeno dover affrontare il ballottaggio.Quattro anni dopo è ancora un trionfo annunciato.Ma il popolo vuole riforme e welfare – ma i significati che ognuno attribuisce a questo sono ... »
In Kazakhstan è strage

In Kazakhstan è strage

19 / 12 / 2011
Col passar delle ore si prospetta sempre più drammatica la situazione nella provincia petrolifera del Kazakhstan, dove la repressione del regime contro gli operai in sciopero potrebbe aver causato 70 morti e centinaia di feriti nella città di Zhanaozen e dove arrivano voci di rivolte di massa in diverse città. Le comunicazioni telefoniche e via internet sono state ... »
Cecenia - Grozny, attacco al parlamento

Cecenia - Grozny, attacco al parlamento

21 / 10 / 2010
Un buon numero di morti - almeno otto - e di feriti (una ventina) è il bilancio dell'attacco di ieri mattina al parlamento di Grozny, la più spettacolare azione compiuta dai guerriglieri ceceni negli ultimi anni in qua. Un assalto che dimostra soprattutto quanto entrambi i contendenti (miliziani e regime) siano deboli e senza prospettive. L'attacco è iniziato ... »
Zitti zitti privatizzano l’acqua

Zitti zitti privatizzano l’acqua

Mentre tutti discutono delle elezioni il parlamento approva una legge che privatizza l'acqua

11 / 2 / 2010
Senza troppo rumore, mentre tutta l’attenzione nazionale e internazionale era rivolta al complicato esito delle elezioni presidenziali, il parlamento ucraino ha votato una legge che autorizza la privatizzazione dei servizi idrici. Come riporta la Ukrainskaya Pravda, la proposta di legge, presentata da due deputati del Partito delle Regioni del neopresidente Viktor ... »
Grandi manovre a Kiev, prudenza all’estero

Grandi manovre a Kiev, prudenza all’estero

In attesa dei risultati definitivi delle presidenziali.

10 / 2 / 2010
In attesa dei risultati definitivi delle presidenziali, risultati che la Commissione elettorale dovrebbe rendere pubblici nei prossimi giorni ma che non si discosteranno dal 48,96 contro 45,57 per cento per Yanukovich contro Timoshenko, a Kiev sono iniziate le grandi manovre per il riaggiustamento politico.Da un lato c’è la premier sconfitta, Yulija Timoshenko, che sta ... »
Yanukovich vince, ma non tutto è risolto

Yanukovich vince, ma non tutto è risolto

Utente: forvit
9 / 2 / 2010
L’Ucraina ha da oggi un nuovo presidente, anche se non tutte le incertezze legate a queste elezioni si sono ancora risolte. Cinque anni dopo la «Rivoluzione arancione» che annullò la sua fraudolenta vittoria nelle presidenziali del 2004, per darla poi nel «replay» a Viktor Yushenko, Viktor Yanukovich si è preso la sua rivincita, sia materiale che morale, imponendosi ... »
Ancora un giornalista scomodo ucciso, vicino a Mosca

Ancora un giornalista scomodo ucciso, vicino a Mosca

Recentemente il giornale aveva denunciato i presunti brogli con cui Strelchenko è stato riconfermato in carica nelle ultime elezioni.

1 / 4 / 2009
Ancora una vittima nell’impari lotta tra informazione libera e poteri in Russia. A cadere colpito da ignoti assalitori è stato Sergej Protazanov, del giornale Accordo civile di Khimki, una città-satellite di Mosca; poco chiare le circostanze in cui, lunedì, il giornalista ha perso la vita. Amici e colleghi hanno parlato di “aggressione” collegandola senza mezzi ... »
Scontri a fuoco nel Caucaso, morti e feriti

Scontri a fuoco nel Caucaso, morti e feriti

Una giornata pesante nelle repubbliche autonome del Caucaso russo, contrassegnata da vere e proprie battaglie fra forze di sicurezza e gruppi di “banditi”, presumibilmente (ma non ci sono conferme) militanti islamisti.

19 / 3 / 2009
Il primo episodio è avvenuto nella repubblica di Kabardino-Balkaria, nella cittadina di Baksan. Forze della polizia repubblicana e dei servizi di sicurezza (Fsb) hanno circondato all’alba una casa dove erano chiusi “tre o quattro combattenti”, intimando la resa: dall’interno della casa è stato aperto il fuoco, e dopo una breve sparatoria le forze di sicurezza hanno ... »
1 2   »     Pagina 1 / 2