Africa

27 risultati, sezione: In movimento (vedi tutti) Rss Feed
Condannati a morte

Condannati a morte

Dopo la strage del 19 aprile nelle acque del Mediterraneo, la retorica politica italiana ed europea specula ancora una volta sulla parola “solidarietà” per rafforzare il regime dei confini.

Utente: Maurilio
22 / 4 / 2015
700 morti. Una strage senza precedenti. Le parole pesano come macigni davanti a eventi del genere. Solo nel 2014 sono ufficialmente decedute (ma il numero sarà molto più alto) 3419 persone nel tentativo di passare dal nord Africa in Europa via mare, una media di 9 al giorno. Il Mediterraneo è un cimitero di corpi e barconi. Davanti a un evento del genere risultano ... »
WTO: a Bali il neoliberismo si è tenuto la porta aperta.

WTO: a Bali il neoliberismo si è tenuto la porta aperta.

L'India guadagna tempo

10 / 12 / 2013
Gli organi di stampa, le agenzie hanno riportato con grande enfasi le conclusioni raggiunte a Bali, in Indonesia, dal WTO, siglate con un accordo sottoscritto da tutti paesi partecipanti. Era oltre un decennio che il WTO non si chiudeva con un comune protocollo sugli scambi  e quindi è motivo di giubilo per il buon esito di quello che è stato, è, e rimane uno degli ... »
Amina è tornata!!!

Amina è tornata!!!

una nuova performance

4 / 5 / 2013
Come aveva promesso nella sua intervista via skype 15 giorni fa col gruppo FEMEN, Amina ha realizzato una nuova performance anti  regime, durante lo svolgimento delle manifestazioni del 1 maggio, nella centralissima avenue Burghiba, nel mentre prendevano la parola gli esponenti del Governo. E' riapparsa bionda, con i capelli cortissimi ma con la stessa dirompente carica ... »
Gli appuntamenti nelle città italiane verso la carovana "Liberté et Démocratie"

Gli appuntamenti nelle città italiane verso la carovana "Liberté et Démocratie"

12 / 3 / 2013
Tra la fine di marzo e l'inizio di aprile del 2013 la Carovana "Liberté et Démocratie" sarà in Tunisia. Prima per seguire il Social Forum Mondiale, che si svolge a Tunisi dal 26 al 30 marzo, e successivamente per andare verso il sud del Paese, nelle città di Sidi Bouzid, Regueb e Menzel Bouzaiane, luoghi in cui ha avuto inizio la rivoluzione tunisina e tutta la cosiddetta ... »
Verso la partenza della carovana "Libertè et Démocratie"

Verso la partenza della carovana "Libertè et Démocratie"

Due interessanti appuntamenti a Padova

7 / 3 / 2013
Negli ultimi due anni le coste-sud del Mar Mediterraneo sono state (e continuano ad essere) teatro di grossi cambiamenti. In tutto il Magreb abbiamo visto le piazze riempirsi di volti e voci , di uomini e di donne uniti nella rivendicazione di diritti. Sebbene nei vari stati profonde siano le differenze un filo sottile congiunge tutte le proteste: l'insostenibilità di una ... »
Tunisi 9 aprile 2012: Zone e bandiere rosso sangue

Tunisi 9 aprile 2012: Zone e bandiere rosso sangue

10 / 4 / 2012
Oggi non si dorme a Tunisi. Questa mattina il centro della città è stato teatro di scontri violentissimi. Molti i feriti,alcuni (quelli che sono stati accettati) all'ospedale, altri rintanati nei locali del partito del Pcot o in quelli dell'Ugtt. Dei posti sicuri, in cui la polizia non si è mai permessa di entrare. Vengono confermate anche le peggiori notizie: i martiri ... »
La Conferenza sul clima si mette in moto a rilento

La Conferenza sul clima si mette in moto a rilento

2 / 12 / 2011
L'organizzazione mondiale per la meteorologia, agenzia delle Nazioni Unite, ha diffuso le sue preoccupazioni sull'aumento delle temperature. Dalla metà del 19° secolo il decennio più caldo è stato quello appena finito.L'aria di Durban è pesante. Il cielo non è terso; del resto si tratta di uno dei maggiori poli petrolchimici del continente africano. Appena atterrati ... »
Tunisia - Le due sponde

Tunisia - Le due sponde

Report (della terza e) della quarta giornata della Carovana Uniti per la libertà

12 / 4 / 2011
«Voi siete già parte della rivoluzione. Siete giunti qui in Tunisia, a poche settimane dalla rivolta del 14 gennaio, siete stati coraggiosi, siete parte di noi». Con queste parole Fathi Dabakou, sindacalista della Ugtt, ha introdotto, intorno alle 16, una discussione appassionante e ricca di stimoli. Procediamo con ordine, perché quella appena trascorsa (scriviamo il ... »
Lungo il bordo della guerra

Lungo il bordo della guerra

Report della seconda giornata della Carovana Uniti per la libertà

10 / 4 / 2011
Sabato 9 aprile, ore 3:30, ci mettiamo in viaggio per raggiungere il campo profughi di Ras Jadire. Due pullman, circa cento persone, tra noi italiani della carovana e i tunisini dell’associazione che ha reso possibile, con il suo sostegno logistico, la nostra “avventura”. Dopo dodici ore di viaggio, raggiungiamo il confine con la Libia, la dogana, a non più di cento km ... »
Uniti per la libertà: report del secondo giorno

Uniti per la libertà: report del secondo giorno

Ras Jadir, 9 Aprile 2011

9 / 4 / 2011
La carovana è giunta, dopo un lungo viaggio, al confine libico. In questo momento gli attivisti si trovano all'interno del campo profughi. Dal momento del loro arrivo, più di 300 profughi sono entrati a Ras Jadir. La struttura che già ospita più di 15 mila persone, vede dunque crescere di ora in ora, questo numero. La frontiera con la Libia è di fatto ormai inesistente: ... »
1 2 3   »     Pagina 1 / 3