Mostra collettiva per raccontare la precarietà

Working “out”progress

dal 22 luglio al 5 agosto 2009 VISTA Arte e Comunicazione, Via Ostilia 41, Roma (zona Colosseo)

14 / 7 / 2009

Mercoledì 22 luglio 2009 si inaugura alle ore 19.00 presso lo spazio Vista Arte e Comunicazione, in Via Ostilia 41 (zona Colosseo) a Roma, il secondo appuntamento con la mostra Working “out” progress degli artisti Angelo Aprile, M. A. Daliu, Michela Fiini, Cristina Messora, Filippo Passeo, Corinne Piccarolo, Gloria Tranchida Vi saranno esposte alcune opere che gli artisti hanno appositamente realizzato sul tema della crisi nel mondo del lavoro.

“Vista” è un centro dedicato all’arte ed alla comunicazione che nasce dall’esperienza di alcuni giornalisti da sempre impegnati nell’organizzazione di eventi d’arte e cultura. Uno spazio espositivo che si rivolge ai giovani talenti esordienti ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo.

In questo luogo Soqquadro espone la collettiva Working “out” progress, un viaggio di riflessione artistica sul tema della crisi nel mondo del lavoro. Vi sono esposte 12 opere che 6 artisti, diversi tra loro per stile, linguaggio e tecniche pittoriche,  hanno appositamente realizzato sul tema della crisi.

Come ben sappiamo questo è un periodo di terribile recessione economica. Tutti i giorni i telegiornali ci parlano della crisi che prevedono sarà lunga e dolorosa.
Molti lavoratori sono già stati messi in cassa integrazione o in mobilità ed i contratti in scadenza (Co.Co.Pro., Co.Co.Co., Tempo determinato...) non sono stati rinnovati, spesso senza neanche una spiegazione.

L'esposizione è intitolata Working "OUT" progress proprio per sottolineare, con l'alterazione del famoso modo di dire inglese Working in progress, il momento di drammatica regressione che il mondo del lavoro sta affrontando in questo periodo che si traduce in minori diritti e tutele dei lavoratori oltre che in vere e propri momenti di disagio se non di disperazione sociale.

Cosa accade quando il lavoro anziché progredire regredisce? Quale senso di sfiducia si instaura nelle persone? Quali egoismi scaturiscono da una concezione della socialità che ruota sul mors tua vita mea? Da tutto ciò quali e quanti disordini sociali possono sorgere?

Questi gli interrogativi che si agitano nell’animo dei cittadini a cui gli artisti partecipanti a questa anomala esposizione hanno tentato di dare delle risposte.

@mail: soqquadro@interfree.it 
http://www.soqquadro.eu    

Bookmark and Share

Gallery