The Gutenberg Pavilion

Primo episodio dedicato alla casa editrice londinese Book Works

28 / 11 / 2009


Il project space di Kaleidoscope presenta il primo episodio di -The Gutenberg Pavilion-, dedicato alla casa editrice londinese Book Works. La mostra sarà inaugurata a Milano il 19 novembre alle ore 18.


-The Gutenberg Pavilion- e' una serie di mostre/evento che offre un focus sulle piu' vivaci e interessanti case editrici indipendenti internazionali, di cui Kaleidoscope vuole tracciare un'inedita mappatura a uso non solo dei professionisti dell'ambito ma anche di bibliofili, amanti dell'arte e curiosi: un vero e proprio -viaggio sentimentale- nell'arcipelago delle piccole ma agguerrite publishing houses che, pur operando nelle nicchie di un settore pressoche' monopolizzato dai grandi gruppi editoriali, offrono una produzione originale e di grande rilevanza.


La serie si apre con l'esperienza di Book Works, associazione non profit fondata a Londra nel 1984 con lo scopo di diffondere le pratiche dell'arte contemporanea raggiungendo un pubblico il piu' ampio possibile. Oltre a vantare tra i propri Founding Patrons tre artisti di grande statura internazionale come Liam Gillick, Tacita Dean e Susan Hiller, in questi oltre vent'anni di attività (cade proprio quest'anno il venticinquesimo anniversario della fondazione) Book Works ha collaborato con Joseph Kosuth, David Bowie, Anish Kapoor, Jimmie Durham, Tracey Emin, Douglas Gordon, Pierre Huyghe, Jonathan Monk, Jeremy Deller, Rosalind Nashashibi, Lawrence Weiner e molti altri.


Oltre ai libri che l'hanno resa un cult del settore, e al pionieristico magazine di scritti d'artista The Happy Hypocrite diretto da Maria Fusco, Book Works produce installazioni, multipli, workshop e progetti per i new media. La mostra presso Kaleidoscope indagherà proprio l'approccio versatile della casa editrice britannica, esponendo una selezione di pubblicazioni, poster ed ephemera. Contestualmente alla dimensione prettamente espositiva, Kaleidoscope ospiterà un temporary bookshop presso il quale sarà possibile acquistare alcuni dei piu' interessanti titoli in catalogo. Infine, a dicembre si terrà nel project space milanese un incontro con gli editori coordinato da Francesco Pedraglio.


-The Gutenberg Pavilion- e' un esperimento inedito che permette al pubblico di entrare in contatto con la scena internazionale dell'editoria indipendente in modo nuovo, stabilendo una relazione piu' intensa di quella rapida e impersonale offerta delle fiere di settore. Grazie anche al coinvolgimento di designer nel progetto allestitivo, il project space di Kaleidoscope si trasformerà di volta in volta in una piccola wunderkammer monografica.


Kaleidoscope e' un progetto sfaccettato che nasce con tutta la carica entusiasmante di una sfida. Prima di tutto e' una casa editrice, al centro della cui attività c'e' la pubblicazione del primo free magazine europeo d'arte e cultura contemporanea. Attorno a questo nucleo, Kaleidoscope si dedica allo sviluppo e alla produzione di cataloghi, saggi, libri d'artista ed edizioni limitate. Oltre all'attività editoriale ed espositiva, Kaleidoscope offre tutti i servizi di una vera e propria art agency, dallo sviluppo all'organizzazione passando per la comunicazione in ogni suo aspetto. Infine Kaleidoscope e' un project space espositivo animato da un'intensa e articolata programmazione, oltre che il piu' fornito e selezionato punto vendita europeo di magazine internazionali specializzati in arte, architettura, design e moda.

Kaleidoscope headquarters (ex Spazio Lima)

 via Masera di fronte al n. 10 - Milano

dal 19/11/09 al 20/12/09

Bookmark and Share