Il giro d'Italia di Citizen U

Radio Movie del 22 Maggio 2010

25 / 5 / 2010

Da Citizen U

Citizen U oggi è per le strade del bel paese nel quale ha avuto in sorte di nascere: annusa, tocca, occhieggia, assapora...
La corruzione dilaga a tutti i livelli, tanti benpensanti di sinistra  maturano una  rinnovata fede nella magistratura, cui si abdicherebbe nel vuoto della propria incapacità di costruire rappresentanza politica, l'immoralità dei dirigenti di polizia, che restano al proprio posto nonostante le provate responsabilità nelle torture della scuola Diaz, è seconda solo a quella dei ministri che li sostengono in carica. Ma Citizen U incontra anche, nel suo girovagare, la mobilitazione dei ricercatori che si riprendono i rettorati assieme agli studenti coinvolti nel processo Rewind, sotto processo e arrestati per aver disobbedito all'ennesima zona rossa, quella dei rettori che un anno fa si inventarono un insostenibile G8 dell'università.
Il lavoro da fare è davvero tanto e Citizen U a volte non sa proprio da dove cominciare, ma senz'altro non smette mai di pensare, di interrogarsi, di annusare, toccare, occhieggiare, assaporare...e un vecchio adagio non smette di rimbalzargli in testa: "Beato chi crede nella giustizia perchè verrà giustiziato".
In altre parole, il sogno erotico della magistratura che ristabilisce la giustizia non è altro che questo, un sogno, appunto, di quelli che lasciano sudati, disillusi e doloranti, dopo una notte travagliata. E al risveglio? Fatevi una doccia e tornate in strada...

Bookmark and Share

Il giro d'Italia di Citizen U