Per una modernità ""donde quepan muchos mundos": EZLN reinvenzione della politica e del lessico

11 / 2 / 2014

Quando riflettiamo sul concetto di modernità in America Latina,dobbiamo necessariamente confrontarci con qualcosa che da sempre è stato letto dai più nel continente come una costruzione artificiale, una merce d’importazione, un modello preconfezionato, più che un’elaborazione originale e propriamente Latinoamericana.

A distanza di trent’anni dalla rivoluzione zapatista, con le pratiche politiche adottate dal movimento per governarsi e il lessico inventato per rappresentare la realtà e auto rappresentarsi,possiamo dire essere nata una nuova proposta di modernità?

Scritto nell’ambito del seminario “Historia y Modernidad” presso la Leiden Universiteit, quest’articolo si propone di indagare il ruolo dello zapatismo nella creazione di una proposta di modernità autonoma, analizzando oltre ai riferimenti politico-filosofici del movimento zapatista, gli stessi documenti prodotti negli anni dall’EZLN e il linguaggio con cui i protagonisti hanno deciso di rivelarsi al mondo.

Scarica e leggi l'articolo di Giovanni Cattaruzza scritto per Leiden University nell'ambito di un seminario sul concetto di Modernità

Per una modernità "donde quepan muchos mundos"- El EZLN reinventando la politica y su lexico

Bookmark and Share

Per una modernità "Donde quepan muchos mundos"di Giovanni Cattaruzza