Nero d'Ungheria

Netta affermazione elettorale in Ungheria per il partito conservatore Fidesz, guidato dal primo ministro Orban, e crescita delle formazioni neo – naziste.

7 / 4 / 2014

A spoglio quasi ultimato, i conservatori del partito Fidesz sono intorno al 46% dei consensi che, grazie alla nuova legge elettorale, significa, ancora una volta, una maggioranza di due terzi nel Parlamento: 133 o 1354 seggi su un totale di 199. L'Alleanza democratica, che sognava di battere il governo che spaventa ed irrita Bruxelles, ha raggiunto un risultato piuttosto modesto, solo intorno al 25% dei voti. Mentre si afferma, come si temeva, l'estrema destra xenofoba e antisemita del partito Jobbik (I migliori), con oltre il 20% dei voti. Incerta la situazione per il partito verde, Politica Diversa (Lmp), che rischia di finire sotto il quorum e non essere rappresentato in Parlamento. 

Di seguito le riflessioni di Gergo Birtalan, 20 anni, studente di Sociologia presso l’università Eötvös Lóránd Tudományegyetem, una delle più grandi di Budapest, ed oggi attivo della cooperativa – centro sociale “Golya”. L'intervista che proponiamo è di Mattia Gallo.

Quali sono stati le ragioni dell’affermazione del partito conservatore ed autoritario Fidesz, ed il suo leader, primo ministro uscente, in Ungheria? Quali politiche sono state portate avanti, e qual è la connessione di queste con il periodo di crisi economico finanziaria mondiale? Qual è la connessione o la differenza con la classe politica che lo ha preceduto nel paese?

Una delle fonti di legittimità di Fidesz è la guida al comando di governo di 8 anni della precedente coalizione socialista - liberale , durante la quale la polarizzazione della società è andata avanti, e che è stata aperta sostenitrice delle riforme neoliberiste. Nello specifico c’è da ricordare anche lo scandalo enorme nel 2006 ( subito dopo le elezioni ) , quando una registrazione vocale del primo ministro Ferenc Gyurcsány è trapelata , in cui ha ammesso apertamente di mentire ed imbrogliare l’elettorato. Questo fu seguito da proteste spontanee , occupazioni di piazza e scontri violenti con la polizia , durante i quali la polizia abusato del proprio potere, colpendo persone innocenti negli occhi e picchiando persone disarmate, oltre che pacifici manifestanti . Le rivolte e le manifestazioni sono state represse, ed esse alla fine si sono indebolite,fino a terminare. La mitologia di quegli eventi è stato utilizzato da Fidesz e anche dal movimento di estrema destra. Poi, la crisi economica finanziaria mondiale, gestita da un altro primo ministro, Gordon Bajnai, dalla dottrina rigorosa e apertamente neoliberista. Fidesz è stato bravo a comprendere il sentimento generale del popolo: deluso nel progetto di " mettersi al passo con l'Occidente " , e “l'Unione europea”, l’ FMI, il sistema bancario . Fidesz utilizza questo sentimento per rafforzare una retorica nazionalista , che si basa su elementi di opposizione : la lotta contro il capitale finanziario occidentale , la lotta contro le banche , il FMI , l'Unione europea , e i loro" lacchè locali" , la coalizione liberal- socialista , che ha rovinato tutto e " depredato il Paese, ma al tempo stesso rafforzando il locale " capitale nazionale " ( oligarchi amichevoli ) . Essi , tuttavia sostengono anche gli investimenti delle multi- nazionali, per esempio, attraverso la ri-scrittura della legislazione sul lavoro a loro vantaggio, rendendola “più flessibile”. Il messaggio al popolo di Fidesz riflette anche il paradigma comunicativo Est-Ovest, attraverso la promozione di un’ " apertura al Oriente " , che è" la nostra direzione storica " ( in contrapposizione all" avvicinamento dell’Occidente " ) . Fidesz ha attualmente espresso l'intenzione di "dar forza lavoro ungherese ' corretta ',  sufficiente per gli investitori orientali " , e ha fatto un affare enorme investimento con la Russia riguardo l'ampliamento della centrale nucleare di Ungheria) . Questo tempo di guerra retorica di posizionamento / opposizione con un'organizzazione ben strutturata di partito,  e il fallimento del governo precedente è stato sufficiente per una vittoria schiacciante per l’affermazione e il rafforzamento dell'estrema destra. Stanno usando il potere dello stato per il capitale di ri - allocazione, espropriazione e l'accumulo simultaneo - in mani private , naturalmente . L'azione emblematica di questa tendenza è la nuova legge sulla vendita di tabacco . In breve , hanno implementato un nuovo sistema , in cui gli uffici governativi approverebbero l'apertura di piccoli negozi di tabacco ( distribuendo un numero limitato di permessi ) , e al di fuori di questo, è illegale vendere il tabacco. Così facendo, hanno favorito, con il controllo diretto del partito, persone da loro controllate e favorite; è stato scoperto poi, che il principale personaggio politico dietro questa legislazione , János Lázár ha strette connessioni con il produttore continentale di tabacco e grossista , una società multi- nazionale. Le misure neo - libersite sono continue dal 1989 , in particolare con il pacchetto brutale del ministro neoliberista dell'economia Bokros Lajos , nel 1995 . Orbán non è un'eccezione in questa linea , egli è pronto a servire capitali internazionali attraverso la legislazione e non, e anche gli interessi locali : da rimodellare l'educazione , soprattutto l’ istruzione universitaria per  produrre laureati con " competenze che sono utili per la produzione" . Nella retorica di Fidesz , si sta cercando di rafforzare una "classe media nazionale" . Nei fatti il partito rilascia favori alla classe medio-alta , ad esempio, con l'attuazione della flat tax ( eliminando in tal modo le sanzioni fiscali sui redditi più alti ) .

Una dei movimenti di protesta più importanti osservati negli ultimo anni in Ungheria è stato quello del movimento studentesco contro gli attacchi del governo Orban sull’educazione.  Quali sono stati i “claims” principali e quail le caratteristiche di questo movimento?

Il movimento è iniziato nella primavera del 2011, quando le prime informazioni erano trapelate sui piani del governo per rimodellare l'istruzione superiore, in un primo momento solo sul piano della discussione. Nel gennaio-febbraio del 2012 , quando divenne chiaro che il governo avrebbe attuato tagli drastici nei confronti dei finanziamenti statali. Il finanziamento statale è stato ridotto da quasi tutte le università e facoltà , anche se ha colpito le facoltà umanistiche più drasticamente . Si è cercato di far leva in questo senso su l'opinione pubblica che potrebbe facilmente essere agitata contro le facoltà umanistiche, rappresentate come "scienza inutile ( o non la scienza per tutti )" , che è " incapace di essere produttiva" . Si tratta purtroppo di un sentimento radicato anche negli studenti e insegnanti degli studi di ingegneria o facoltà di altre scienze. Questi rami sono più acculturati alla nozione capitalista del valore di mercato della formazione , e che hanno considerato la fase di governo come una mossa razionale ( e anche tanto attesa) nel favorire il "mercato" e " l'economia" . Così , il movimento nel 2012 ha principalmente mobilitato studenti delle scuole superiori e gli studenti universitari di Budapest. Ci fu una protesta più piccola , e una notte un’ occupazione in un edificio universitario (che non è un’azione comune a tutti in Ungheria , al contrario di Italia della Francia per esempio) , durante la quale gli studenti hanno tenuto un forum. Il ritmo del movimento è rallentato , e riemerse solo un anno dopo, quando Fidesz è tornato con ancora più brutali misure di tagli, tagliando posti di iscrizione pesantemente ( da 55000 posti del 2011 , a 10.000 posti) . Questo , infine, ha portato ad una resistenza pubblica ed una vasta mobilitazione immediata. Certo, il movimento studentesco è stato eterogeneo, e composto da molte anime politiche, come l’”intellighenzia borghese” di stampo liberale venuta fuori negli anni 80, la “resistenza democratica”. Si è cercato comunque di respingere il tentativo di tagli, attraverso un’opposizione di carattere generale, benché la mobilitazione sia stata molto ampia. Nel corso di una serie di incontri in giro per il paese, visite ufficiali e apparizioni pubbliche, il segretario di Stato della Pubblica Istruzione, Hoffmann Rózsa , ha accolto in ogni città da studenti arrabbiati che hanno cantato ed ostruito il suo discorso. Oggi assistiamo ad un momento di riflusso di un movimento che di per sé ha avuto difficoltà a capire quali erano gli aspetti critici dell’intero sistema in cui si innestavano i tagli del governo all’istruzione. Per non parlare dell’opera di strumentalizzazione e neutralizzazione dei partiti che hanno cercato di sabotare il movimento dall’interno.  

Ci sono altri settori della società che hanno dato vita movimenti di protesta negli ultimi anni? A quale settore della società afferiscono?

Un'altra eccezione è il movimento contro i prestiti in valuta estera . Questo movimento è stato innescato dalla crisi del 2008 , quando improvvisamente i prestiti in valuta estera , a causa del cambiamento di valore tra franco svizzero e il fiorino ungherese, sono saliti alle stelle. Dal momento che molte persone hanno preso prestiti sulle loro case e automobili negli anni 2000, dopo la crisi, migliaia di persone a basso reddito, che semplicemente non potevano pagare la tassa di prestito raddoppiato o triplicato erano messe di fronte allo sfratto. Il contro- movimento è stato attivo negli ultimi 6 anni. Nonostante i passi compromettenti perseguiti dalla Fidesz, sono irremovibili nel raggiungere il loro obiettivo di abolire tutti i contratti di prestito estero (dicendo che le banche li hanno truffati) , e mettendo uno stop agli sfratti e la spoliazione materiale ( di auto , per esempio) . Stanno diventando sempre più radicali: proteggono le case da sgomberi con presenza di massa e resistenza passiva, fanno opera di volantinaggio tappezzando anche i palazzi delle banche che danno sulle strade, stanno organizzando proteste, scioperi della fame , picchetti nelle case di rappresentanti delle banche e politici ( di tutti i partiti di governo a partire dagli anni 2000 ) e persino una marcia a modo di funerale per le centinaia di suicidi motivati ​​da sgomberi e completa spoliazione . Nelle settimane precedenti , un gruppo per un intero giorno ha protestato all'interno dell'edificio di una banca. E un mese fa , una persona sconosciuta ha piantato un esplosivo in una filiale di una banca a Budapest durante la notte , che ha fatto esplodere l'intero edificio - ma ha lasciato tutto il resto illeso ( compresi i residenti o passanti ) . Il fatto , che questa storia , tuttavia insolita in Ungheria , si è calmato in una settimana o giù di lì , dimostra che non c’è l'interesse di una parte importante o forza politica per mantenere questo un tema attivo. Ed è facile per i partiti di estrema destra approfittarne, mentre i partiti di estrema sinistra vaneggiano contro una retorica “anti – banche” che sarebbe propria dei nazisti, quindi da combattere, per poi però appoggiare in pieno la causa neo – liberista. Il movimento di estrema destra approfitta della situazione: formulano i loro messaggi in modo molto misto , che incorpora misticismo nazionale - etnico ( abbigliamento tribale e immagini da 1000 anni di tradizione ungherese nomade , la Sacra Corona ungherese , simbolo di unità sotto la santità monarchica del re , e altri) , incoerenti elementi di razzismo ( chiamando i banchieri sionisti , o ebrei ), ma allo stesso tempo con un gesto di forte mobilitazione di classe , chiamando tutte le forze della società contro l'ingiustizia imposta su di noi dal capitalismo ( con una forte atmosfera anti- rappresentanza ) . Cercano di parlare di temi sociali, è il partito di estrema destra Jobbik che tende a fare questo lavoro di propaganda. Il movimento prestito estero ha formato parti proprie, di cui due sono presenti alle elezioni corrente ( su 14 partiti ) , ma la loro presenza principale è ancora sulla strada.

L’Ungheria, oggi si ritrova con una svolta a destra ed un passato da paese appartente al blocco sovietico. Qual è stata la storia delle formazioni anticapitaliste, di sinistra, nel paese, e qual è oggi la loro relazione e la loro percezione nella società ungherese? 

La storia della sinistra organizzata in Ungheria inizia nella seconda metà del 19 ° secolo, con i movimenti contadini ( con pochissima popolazione di operai industriali nelle città ) , e la diffusione delle idee del marxismo , anarchismo e sindacalismo . Successivamente, l'intero sviluppo del campo di sinistra è stato fortemente influenzato dall'Unione Sovietica , a partire dall'inizio della rivoluzione bolscevica del 1917 . Dopo la prima guerra mondiale , il governo borghese di nuova formazione e lo stato ( dopo secessione dalla monarchia austriaca) è stato rovesciato dal Partito Comunista ( sulla base di idee leninista , bolsceviche ), che ha guadagnato la supremazia nella sinistra ( attuando la fusione con in socialdemocratici , per esempio) , e poi ha formato una dittatura di sinistra autoritaria . Un passaggio questo, che ancora oggi ha lasciato un brutto ricordo nella percezione collettiva. Dopo la seconda guerra mondiale , i seguenti 50 anni ha visto una dittatura brutale e guidato dallo stato espropriazione della borghesia di stato , ed i  modesti ricchi agricoltori e, con una caccia alle streghe per i " nemici di classe ", che furono poi deportati nei campi di concentramento GULAG in Siberia . Dopo una sanguinosa rivoluzione nel 1956 , la nuova figura di potere , János Kádár formata una "dittatura morbida ", che non ha usato la forza bruta , ma i metodi più sofisticati come l'intercettazione e una vasta rete di agenti segreti ( con molte figure di opposizione o resistenza " persuase " a riferire ai servizi segreti ) per rafforzare lo status quo . Anche se questo sistema ha raggiunto alcuni successi (come diminuire la disuguaglianza e la povertà , emancipazione delle donne , servizi per tutti ) , era molto corrotto e tutto era stabilito dai legami politici . Dopo l' implosione del sistema ( sia il blocco sovietico e quello locale), le nuove forze politiche (il giovane Fidesz , il partito liberale ei conservatori di destra ) hanno costruito la loro retorica e programma su agende anti- comuniste , e sulla (ri - ) integrazione all’ " Europa occidentale " , " civiltà europea " , "capitalismo" e " democrazia" . Questa è stata anche la direzione principale perseguito dal Partito Socialista , discendente diretto del partito precedente , formato dai membri più giovani del partito, che hanno agito come "opposizione interna " prima del cambiamento del sistema nell '89 . I seguenti anni sono stati caratterizzati da una politica di privatizzazione , aumento della povertà , disoccupazione e austerità, e la difficoltà di proporre un linguaggio di classe anti – sistema, di sinistra, è dovuta alla facile associazione con il regime sovietico. Parti delle classi medie deluse ed i lavoratori hanno trovato il loro linguaggio della critica nella parte destra, formando il Jobbik Magyarországért Mozgalom ( Movimento per una migliore Ungheria [ ' Jobbik ' significa anche 'right -er' in ungherese, più giusti ] ) il movimento all'inizio degli anni 2000 . Il movimento ha raggiunto molti di coloro che erano sul lato negativo del cambiamento di sistema , e che non hanno voce , né una risposta o una spiegazione ai loro problemi nell'arena politica pubblica. Gli unici gruppi ( anti- capitalisti )  veramente di sinistra rimasti erano piccoli , le cellule anarchiche sconosciute, gruppi punk e vecchi intellettuali " stupidi" guardati con avversione.
Dopo la crisi ( ma non solo legata ad essa ) molti nuovi aspetti sono apparsi. In primo luogo , vi è la presenza locale del movimento anti - globalizzazione , nella forma di un partito verde ( che è legato in prospettiva e ideologia ai verdi tedeschi) che contiene alcuni seggi al Parlamento dal 2010, gruppi di attivisti ispirati dai movimenti Occupy e Indignados ( che ha organizzato proteste contro l'Unione ungherese delle banche , e diverse plenum piccole e proteste in argomenti anti- capitalista e anti - rappresentanza ) , la nascita e la rapida scomparsa di un movimento sindacale denominata " solidarietà" ( copiando il movimento polacco della stessa il nome ) , che ha organizzato proteste molto forti contro la precarietà , la svalutazione dei salari ed ha attuato una critica alla legislazuibe che erode la tutela dei lavoratori, spesso però strumentalizzati da partiti politici. La Rete degli studenti , aveva anche rami di sinistra , soprattutto tra gli studenti della facoltà di scienze sociali a Budapest, all’inizio. Dopo la caduta del movimento , molti partecipanti delusi ( come me ) pensano risposte ai fallimenti nella mancanza di narrazioni di sinistra , e cominciarono a sfidare il capitalismo e le relazioni economiche globali . L'hub più ideologicamente consapevole di critica attiva di sinistra della società è la Helyzet (che significa sia ' Position ' e ' situazione ' in ungherese ) gruppo di lavoro , che è stata costituito tre anni fa da giovani intellettuali che stanno ripensando la realtà sociale ( politica ungherese e mondiale e relazioni sociali ) in termini economici , da una prospettiva di sinistra dell'Europa dell'Est. La simbiosi di questo gruppo di lavoro guidato da 20-30 membri con la cooperativa di Golya , che gestiscono un pub ed un palazzo della comunità come uno spazio aperto di incontro e condivisione di idee, ha fruttato una lenta crescita di un circolo di sinistra interconnesso di artisti , attivisti e intellettuali . Da questo cerchio di è nato un partito patriottico ,  popolare, anti- capitalista , chiamato " Quarta Repubblica " (come il sistema politico attuale presente dal 1989 è chiamato la “Terza Repubblica” ) . Questo partito ha istituito una rete nazionale , ma è ancora molto Budapest - centrato , e non collegato troppo alla popolazione generale di Ungheria . Alcune persone , anche nei circoli interni della rete di sinistra sono in disaccordo con la strategia di 4K ! ( Quarta Repubblica ) , quindi non è una voce generale del proto - movimento . Il consenso generale di questo gruppo - network di sinistra è l'unità regionale e la solidarietà ( con la sinistra dell'Est - europa, dalla Serbia , Croazia , Romania , Repubblica Ceca , Slovacchia, Polonia , Bulgaria ) , e il progetto di ampliare il movimento cerca di raggiungere una partecipazione popolare democratica per combattere l'apatia e la politica in termini di identità di partito . L'ideologia è principalmente marxista , ed è piuttosto aperta a varie realtà : i più " morbidi " verdi sono accettati , e anche gli attivisti ideologicamente affiliati più giovani che sono collegati a questa rete. La divisione principale è tra liberalismo e sinistrismo. Come Csaba Jelinek , un membro del gruppo di lavoro Helyzet, ha affermato in una recente discussione : " Nel vocabolario di Orbán la " sinistra liberale " è diventata una parola sporca , un  "paesaggio ideologico dicotomico da un polo all’altro. Dall'etichetta "sinistra liberale " , come la gente di destra usa dire , la parte "sinistra" fa riferimento ai comunisti dell'epoca di Kádár , quando l'idea di nazione è stata soppressa . La parte " liberale" risale l'alleanza dopo il 1989 dei tecnocrati - Kádár di epoca tarda e neoliberisti , il cui scopo è stato quello di raggiungere con " la via europea e civile della democrazia e del capitalismo " . Il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di riprendere la "sinistra" dalla nozione di " sinistra liberale" , con critiche alle politiche economiche neoliberiste e mostrando che una vera democrazia è impossibile in un paese semi -periferico come l'Ungheria se si segue una politica economica neoliberista accoppiata a politiche sociali di attacco alla povertà . "

Cosa è “Golya”? Quando è nato? Quali I suoi valori di base e quail le sue attività?

Golya (in ungherese " cicogna ") è un pub e una casa della comunità nell'8 ° distretto di Budapest, al centro  di un grande progetto di centrificazione, nel quartiere dei lavoratori che hanno perso il mutuo da pagare a causa dei processi economico sociali avvenuti negli anni 90.
Le persone che stanno dietro il progetto provenivano principalmente da un collettivo di studenti chiamato "Collettivo di Teoria Sociale", ed è stato aperto un pub nel centro della città nel 2011 , chiamato Frisco Café. Fu allora che hanno deciso di fondare una cooperativa, invece di una organizzazione capitalistica, e di organizzare il lavoro e condividere il profitto democraticamente. La missione sociale del luogo era quello di attirare i gruppi di sinistra che miravano a cambiare la società in meglio . Quando il piccolo posto seminterrato era troppo piccolo , si è trasferito nell'8 ° distretto durante l'estate del 2013 , dove si aggiunge l'obiettivo di creare uno spazio comunitario per la popolazione locale , e un ( figurato e letterale) luogo di incontro per gli intellettuali urbani e i lavoratori, come un modo di ( almeno parzialmente) alterare la gentrificatione in corso del quartiere . Il posto era aperto prima del 1992 , come un piccolo ristorante dei lavoratori , e molti abitanti anziani hanno un sacco di ricordi legandoli a Golya . Su questa tradizione e la connessione, possiamo provare a costruire una nuova etica di comunità e solidarietà .
Mi sono unito al gruppo solo pochi mesi fa. La cooperativa è un esperimento di sinistra che vive e respira . La divisione del lavoro e del profitto è una sfida costante , così come l'organizzazione del lavoro senza rigidi rapporti gerarchici . Il gruppo di lavoro Helyzet ha un ufficio nel palazzo , e sono abitualmente organizza eventi aperti , quali proiezioni di film su paesi semi - periferici simili come l'Ungheria (Venezuela , Algeria , altri) e sulla tradizione delle classi popolari dell'Ungheria (contadini del 20 ° secolo ). C'è anche una vasta gamma di gruppi legati al luogo da un ramo di autoapprendimento dei giovani fisici e matematici attraverso una comunità di danza folkloristica, un gruppo per la ricostruzione di uno spazio della città , rappers locali che praticano quotidianamente in un dietro le quinte, tavoli occupati nei week-end di lavoratori di una ex - fabbrica e tassisti che bevendo birre ed esprimo nostalgia dei " bei vecchi tempi" .

Bookmark and Share