L’esercito guatemalteco spara ed uccide contadini indigeni in Alta Verapaz.

16 / 3 / 2011

 L’ESERCITO GUATEMALTECO SPARA ED UCCIDE CONTADINI INDIGENI IN ALTA

Il giorno 11 marzo 2011, come dice il Comunicato inviatoci, il terrorismo di Stato è tornato a bussare alle porte del popolo guatemalteco.

Il motivo, anch’esso, non è nuovo: la lotta contadina contro l’espulsione dalla propria terra, da una terra che storicamente è da sempre appartenuta al popolo maya.

Per dare solidarietà a chi sta subendo una repressione criminale e denunciare esecutori e mandanti scrivere ad Eucebio Figueroa Santos, “Rony”, già capitano delle Forze Armate Ribelli del Petén: eucebio5@yahoo.es

L’ESERCITO STA MASSACRANDO LE COMUNITÀ INDIGENE DI SALACUIN  IN COBAN

ALTA VERAPAZ

OGGI, VENERDÌ 11 MARZO 2011, NUOVAMENTE, L’ESERCITO E LE GUARDIE FORESTALI SONO ENTRATI NELLE COMUNITÀ YALKOBE E SEKUKPUR, CON L’ORDINE DI CONTINUARE A DISTRUGGERE LE COLTIVAZIONI DI MAIS, CARDAMOMO E FAGIOLI.

IL SIGNOR HABRAHAN POP CHE SI TROVAVA NEI CAMPI È STATO UCCISO A FUCILATE DAI MILITARI.

L’ESERCITO HA POI CONTINUATO A SPARARE CONTRO ALTRE PERSONE ALCUNE DELLE QUALI SONO STATE TRASPORTATE ALL’OSPEDALE, MENTRE ALTRE, UOMINI, DONNE E BAMBINI, SONO SCOMPARSE.

DI QUESTI DUE MASSACRI PERPETRATI NELLE DUE COMUNITÀ INDIGENE RENDIAMO DIRETTAMENTE RESPONSABILI IL CONAP (Consiglio Nazionale delle Aree Protette) ED IL MINISTERO DEGLI INTERNI I QUALI HANNO VOLUTAMENTE IGNORATO

LA TRATTATIVA IN CORSO CON LA SEGRETERIA PER LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI AGRARI.

È NOTO INFATTI CHE IL GOVERNO STA CERCANDO RISORSE FINANZIARIE PER COMPERARE UNA FATTORIA AGRICOLA  DOVE REUBICARE LE FAMIGLIE INDIGENE CHE SONO LE STORICHE UTILIZZATRICI DI QUESTE TERRE.

TERRE CHE DA POCHI ANNI SONO STATE INSERITE NELLE AREE PROTETTE.

COMUNITÀ VICINE CI STANNO INFORMANDO CHE NELL’AREA SI STANNO DIRIGENDO PIÙ  ELEMENTI DELL’ESERCITO E DELLA POLIZIA NAZIONALE CIVILE.

COMUNICAZIONE - CONIC (Coordinamento Nazionale Indigeno e Contadino).


Bookmark and Share