Femen, contro Putin sulla questione Ucraina

manifestazione a Bruxelles

29 / 1 / 2014

Due attiviste del collettivo Femen, originariamente sorto in Ucraina, ha voluto dire la sua sulla questione del loro paese, indicando Putin come il killer dei manifestanti di piazza Maidan, lo hanno fatto manifestando a Bruxelles in occasione, ieri, del confronto UE - Russia appunto sulla crisi politica che l'Ucraina sta attraversando.

Due donne del movimento ucraino si sono messe davanti alle transenne, a pochi metri dall’ingresso del Consiglio, mostrando armi giocattolo e una scritta sul seno nudo: «Putin killer della democrazia» o «Bel lavoro Putin». 

Intanto i manifestanti nonostante il ritiro delle leggi liberticide e il prospettato cambio di governo, rimangono nelle piazze, dietro le barricate, chiedendo che venga attuata una amnistia per tutti coloro che sono stati arrestati o denunciati per la rivolta in corso e che si vada in un tempo certo alle elezioni presidenziali.

Bookmark and Share