Divieto d'ingresso in Israele - Cronaca in aggiornamento

Welcome to Palestine

15 / 4 / 2012

1200 i partecipanti dall'Europa, Stati Uniti e Australia all'iniziativa Welcome to Palestine, per denunciare l'occupazione e le limitazioni alla circolazione per i palestinesi.

Alcuni fermati gia alla partenza altri all'arrivo.

LA CRONACA

Mattina All'aereoporto Ben Gurion di Tel Aviv, già normalmente militarizzato, sono arrivati fin dalla mattina oltre 650 poliziotti.

Streaming dall'aereoporto Ben Gurion

La sfida di arrivare con voli di linea arriva dopo quella portata dalla Freedom Flotilla al blocco navale attorno a Gaza.

Molti attivisti sono stati fermati alla partenza, come è successo a Roma, tra cui Vauro,

Vai all'articolo

Un centinaio di attivisti sono stati bloccati a Ginevra, decine a Parigi. Cancellazioni di posti sono state effettuate dai voli da Manchester.

Alle 13.00 è arrivata la notizia che all'aereoporto di Tel Aviv sono stati fermati sia dei francesi che attivisti isrealiani.

Intanto in Italia si apre il "giallo Vauro". Il fumettista era stato segnalato tra i fermati all'aereoporto di Roma, ma Vauro raggiunto al telefono ha detto di essere già arrivato in Israele.

"Sono già in Israele" - dichiara Vauro

Poi ha chiarito il tutto dicendo che avrebbe dovuto partire ma non aveva potuto e sottolinea l'assurdità di quello che bisogna fare per visitare i palestinesi.

"Ho diffuso la falsa notizia del mio fermo a Fiumicino. Non era vero. Però sono sulla black list. Allora ho detto che ero già in Israele e ci hanno pure creduto [Vauro]"

Questa volta il Mossad l'ho depistato io

Alle 17.30 dall'Ansa di apprende che: " ''Sono quattro gli attivisti italiani fermati allo scalo di Tel Aviv. Due saranno rimpatriati nelle prossime ore. Degli altri due sappiamo solo che sono in stato di fermo''. Lo ha reso noto all'ANSA il coordinamento italiano della 'Flytilla', gruppo internazionale filopalestinese giunto oggi alla spicciolata all'aeroporto di Ben Gurion, aggiungendo pero' che ''altri attivisti italiani e francesi hanno superato la dogana e sono gia' entrati nei Territori''.

Da Adnkronos/Dpa/Ign si dice che sono una trentina gli attivisti di nazionalità straniera arrestati dalla polizia isrealiana all'arrivo a Tel aviv tra cui un portoghese, un canadese e altri stranieri provenienti da Parigi e Ginevra. Tutti saranno rimpatriati dopo essere stati interrogati. Arrestati al Ben Gurion anche quattro attivisti israeliani.

Intorno alle 21.00 da twitter arriva la notizia che alcuni attivisti isrealiani fermati all'aereoporto Ben Gurion sarebbero stati rilasciati.

21.30 Dei quattro attivisti intaliani pare che due saranno rimpatriati e due sono in stato di fermo.

Mentre non si hanno notizie di un'altro attivista italiano che pare sia stato portato in un carcere, si tratta di Marco Varasio e pare sia detenuto nel carcere di Givon a Ramla. Finora non ha potuto vedere l'avvocato.

Intanto altri attivisti, anche italiani hanno superato i varchi allo scalo di Tel Aviv e sono nei territori. filo-palestinese che prevedeva l'arrivo di circa 1500 attivisti a Tel Aviv.

La vicenda sta creando un'attenzione generale sul fatto che sia "legale" impedire l'ingresso in Israele a  individui che non hanno infranto alcuna legge israeliana e vogliono solamente dichiarare al loro arrivo l'intenzione di andare a visitare i Palestinesi.

 Critiche anche nell'editoriale del quotidiano Haaretz

In uno dei piu' duri editoriali degli ultimi tempi - dedicato all'atteggiamento di chiusura assunto dal governo di Benyamin Netanyahu di fronte agli attivisti di 'Benvenuti in Palestina' (Flytilla) - il quotidiano liberal Haaretz sostiene che in questa circostanza Israele si sta comportando in maniera non dissimile dall'Iran.

"L'Iran - nota l'articolista - impedisce l'ingresso nelle proprie installazioni nucleari ai controllori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, che vorrebbero riferire quanto vi avviene".

"Israele - aggiunge - ha deciso di impedire l'ingresso nei Territori occupati di attivisti dei diritti umani che vorrebbero riferire dello stato dei diritti umani nella regione". Questo editoriale (titolato: 'Accoglieteli con i fiori') sta destando reazioni di oltraggio in alcuni siti della destra nazionalistica israeliana.

Vai all'articolo da Nena News sull'iniziativa Welcome to Palestine

AGGIORNAMENTI DALLA DELEGAZIONE CANADESE

1 delegato espluso, 5 bloccati a Parigi, 5 arrivati dopo i controlli a Betlemme

AGGIORNAMENTI DALLA DELEGAZIONE FRANCESE

... in aggiornamento

Bookmark and Share

Gallery

Parigi aereoporto

Vauro per Welcome to palestine