Bulgaria - Nuove proteste dopo il blocco del Parlamento, caricato dalla polizia

Articolo in aggiornamento

13 / 11 / 2013

Dopo occupazione dell'università di Sofia, ieri la protesta per chiedere le dimissioni del governo si è spostata davanti al Parlamento.

In molti hanno marciato fino al Palazzo, protetto da un dispoegamento di polizia dietro ad un muretto eretto a difesa dell'edificio.

La repressione non si è fatta attendere e numerosi manifestanti sono stati colpiti dai poliziotti ed alcuni sono stati arrestati.

L'atteggiamento repressivo è stato condannato anche da molti docenti che hanno stigmatizzato la violenza dei poliziotti.

In risposta alle violenze della polizia questa mattina gli studenti sono scesi in strada con piccoli blocchi stradali e dando vita ad un sit-in davanti al Ministero degli interni. Mentre anche in altre città del paese sono in corso iniziative di protesta.

Dai giornali bulgari si apprende che sono stati schierati oltre 10.000 poliziotti nel centro della capitale. Uno spiegamento repressivo mai visto.

La protesta continua a chiedere le dimissioni del governo e libertà reali.

Segui il twitter ДАНСwithme,

RASSEGNA STAMPA

Sofiaglobe.com

www.bbc.co.uk

La Stampa

Novinite.com

in aggiornamento

Bookmark and Share