Si allarga al mondo la mobilitazione dal Messico

30 maggio 2009 giornata internazionale per la libertà dei prigionieri politici in Messico

La mobilitazione ha al suo centro il caso dei 7 arrestati a San Sebastian Bachajon

28 / 5 / 2009

Dal Messico giunge l'appello a mobilitarsi a livello internazionale il 30 maggio per chiedere la liberazione dei sette prigionieri di San Sebastian Bachalon ancora detenuti nel carcere di El Amate in Chiapas.

Si tratta di sette indigeni arrestati alla metà d'aprile con l'accusa provocatoria di "delinquenza organizzata".
In realtà sono compagni dell'Otra Campana che con la loro comunità stanno lottando contro lo sfruttamento turistico disennato della zona delle Cascate di Agua Azul.
Vai allo speciale

La vicenda di San Sebastian Bachajon si inserisce nel quadro generale di criminalizzazione delle lotte sociali in Messico e all'interno del clima di continua provocazione contro le comunità indigene e zapatiste in Chiapas.

La RED CONTRA LA REPRESION Y POR LA SOLIDARIEDAD del Messico e la Commissione Sesta EZLN fanno appello a tutti per denunciare quello che sta succedendo nel paese e per richiedere la libertà di tutti i prigionieri politici nelle carceri messicane.
Vai all'audio della Campagna

L'Associazione Ya Basta Italia aderisce alla giornata di azione internazionale e porterà la denuncia di quello che sta accadendo in Messico all'interno della manifestazione di Roma.
Vai al Comunicato Associazione Ya Basta

Bookmark and Share