David è stato ucciso la mattina del 7 giugno alle ore 5.15

“Voglio vivere, per i nostri desideri”

Era uno dei ragazzi dei Latin King, una delle cosiddette “gang” di giovani latinoamericani

25 / 6 / 2009

Si yo muero no llores por mí. Haz lo que yo hacía y seguiré viviendo en ti

Se io muoio non piangere per me. Fai quello che facevo io e continuerò a vivere in te


David era conosciuto da tutti come Boricua.

Boricua vuol dire portoricano, ma lui veniva dall’Ecuador, da Guayaquil. Era uno dei ragazzi dei Latin King, una delle cosiddette “gang” di giovani latinoamericani con cui abbiamo lavorato in questi anni per provare a trasformare i gruppi di strada in forme positive di aggregazione giovanile.

Boricua diceva di sé e dei suoi amici, dei suoi fratelli, “siamo diventati bravissimi”. In parte aveva ragione, certamente era stato tra quanti hanno dimostrato più impegno e volontà nel perseguire il cambiamento.

David è stato ucciso la mattina del 7 giugno alle ore 5.15. Lo hanno ucciso altri ragazzi come lui, con una storia simile di migrazione, rabbia e dolore. Lo hanno ucciso per motivi che, per quanto futili, nella vita di strada contano tantissimo: un malinteso senso del rispetto, la voglia di ritorsione e rivalsa, la contrapposizione tra gruppi.

 
Con la famiglia di David, con i suoi amici, con i suoi fratelli e le sue sorelle della strada, abbiamo deciso che la sua morte deve essere una spinta ancora più forte per il cambiamento. Vogliamo essere forti, di una forza che non si fermi di fronte al dolore.

Abbiamo reagito subito stampando delle cartoline per ricordarlo e degli adesivi per dire insieme “Basta. No mas!”.


Vogliamo continuare su questa strada e lanciare una campagna che raggiunga ragazzi e ragazze, migliaia di cittadini anonimi, le istituzioni. Per battere l’indifferenza e trasformare la rabbia in partecipazione.

La campagna ha uno slogan che dice “Voglio vivere, per i nostri desideri” “Quiero vivir, por nuestros deseos”.


La notte tra il 4 e il 5 luglio saremo nelle discoteche a distribuire volantini e adesivi. Martedì 7 luglio faremo un’azione in città per ricordare David e chiedere che altri si uniscano a noi.

 
Tutto questo costa. Costa energia, tempo, emozioni, soldi. Da quasi un anno il nostro lavoro è senza finanziamenti, da quasi un anno restiamo accanto ai ragazzi e alle ragazze dei gruppi di strada per rispettare fino in fondo l’impegno che abbiamo preso con loro.

Ora abbiamo bisogno di una mano. Abbiamo bisogno di persone che abbiano voglia di aiutarci a organizzare i due appuntamenti. Abbiamo bisogno di persone che siano disposte a sostenerci economicamente.

Il nostro obiettivo è raccogliere 2.000 euro, per stampare magliette, volantini, adesivi. La nostra sfida è trovare 200 persone disposte a darci 10 euro a testa.

Se vuoi darci una mano prendi contatto con noi. Rispondi a questa mail o chiamaci.



Codici 02 89053913
Luca 349 2509625
Massimo 328 4580067
Matteo 340 7206815
Valentina 328 7488432

Bookmark and Share

Gallery