Vicenza - Rumoroso comitato di accoglienza a Delrio

Oggi il Ministro delle Infrastrutture è stato a Vicenza per parlare di Tav. E' stato accolto dai cittadini impegnati nella mobilitazione contro Tav e grandi opere.

16 / 5 / 2016

Oggi il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Delrio è stato in visita a Vicenza alle Officine di Manutenzione dei Frecciarossa. E' venuto nel nostro quartiere, in quello che, secondo il progetto dell'Alta Velocità, verrebbe maggiormente colpito dai futuri cantieri. Abbiamo preparato un comitato di accoglienza rumoroso e colorato, con bandiere e striscioni per dire al Ministro che Vicenza e il suo territorio non possono più accettare le imposizioni delle grandi opere.

Scortato dalle forze dell'ordine, si è isolato in un capannone lontano dai cittadini per condividere con gli amministratori locali, scelte prese ai piani alti. Decisioni che favoriscono i poteri forti e le lobby economiche mentre alla popolazione restano territori devastati, case abbattute, acque avvelenate e debiti per le future generazioni. Stiamo parlando infatti di un'opera che costerà 90 milioni al chilometro e che servirà solo il 5% della popolazione veneta, mentre il restante 95% continuerà a viaggiare sui carri bestiame.

Vicenza rischia di perdere il marchio dell'Unesco per il Dal Molin, Borgo Berga e la futura Tav. Il nostro quartiere verrebbe squarciato con due nuovi binari, una nuova strada, un ponte ecc. Inoltre, nel lotto tra Verona e Altavilla c'è già un progetto definitivo che non rispetta nessuna regola dell'iter progettuale dove la valutazione di impatto ambientale viene eseguita da Lande spa, una ditta indagata per legami con la Camorra.

Difendere la nostra terra vuol dire difendere la vita di tutti e tutte. Abbiamo inoltre lanciato una raccolta firme per chiedere all'Amministrazione Comunale di aprire un vero percorso partecipativo prima di indire la consultazione farsa programmata per fine mese. Si vuole far scegliere ai cittadini solamente dove collocare la futura stazione ma non c'è un minimo accenno all'opzione zero, alle analisi costi benefici e a tutti gli elementi di impatto ambientale, economico e sociale di un'opera così imponente.

Difendere la nostra terra vuol dire difendere la vita di tutti e tutte

COMITATO POPOLARE DEI FERROVIERI - VICENZA

Bookmark and Share

Vicenza- comitato d'accoglienza a Delrio