Fonte: Dnews e il Verona - 09/12/2009

Verona - Barboni e rigore anti degrado, è tensione vigili - Metropolis

In centro. Filmati agenti che allontanano un senzatetto. Tensione ieri pomeriggio presso l’exCortile deltribunale.

9 / 12 / 2009

Agenti della polizia municipale hanno avvicinato un senzatetto che dormiva, intorno alle due del pomeriggio, intimandogli di alzarsi, sulla base dell’ordinanza antibivacco.
Un gruppo di giovani ha ripreso la scena con un telefonino. Il video è stato poi divulgato tramite Youtube e sul sito del circolo Metropolis, accompagnato da un comunicato. Nella nota del Metropolis si legge che il senzatetto sarebbe stato svegliato «dai coraggiosi calci di alcuni agenti». Nelle riprese, per la verità, non si vedono calci, nelle prime scene si sente l’uomo, ancora a terra, dire a una vigilessa «mi avete svegliato con i piedi», mentre l’agente risponde «muoviti, alzati». Gli agenti hanno poi chiesto i documenti ai giovani, che si sono rifiutati di darli; è intervenuta la questura che li ha identificati e rilasciati. «Avremo modo di chiarire ciò che è successo», è il solo commento del comandante dei vigili Luigi Altamura, mentre il Comune annuncia
querela.


Polizia Municipale. Senzatetto «calciato». Metropolis all'attacco

Un senzatetto costretto ad abbandonare il proprio giaciglio.
È accaduto ieri, verso le 15,30, in centro città. Il Metropolis café ha pubblicato sul proprio sito un video, in cui si vedono alcuni agenti della polizia municipale chiedere a un clochard di alzarsi e andarsene dal portico del Cortile del Tribunale.
“Lo sapeva di fare qualcosa di inaccettabile per l’idea di decoro del sindaco Tosi, sapeva della costante, minacciosa presenza della polizia municipale - si legge sul comunicato del Metropolis - non si aspettava però di vedere turbato il suo sonno dai coraggiosi calci di alcuni agenti”. I vigili, vedendo alcuni ragazzi che riprendevano la scena, hanno contattato la polizia, che ha chiesto loro di mostrare i documenti e di cancellare il video, prima di inseguirli per il centro. I ragazzi sono stati identificati e subito rilasciati.

Bookmark and Share