Bufera sul «no» della giunta allo spettacolo di danza: «Spazio solo alle manifestazioni leghiste»

Treviso - «Pescheria negata, atto fascista»

23 / 11 / 2010

«L’isola della pescheria negata a Enzimi è l’ennesima dimostrazione dell’ignoranza mista a pregiudizio politico della giunta del sindaco Gobbo. Passano solo le iniziative leghiste: roba da ventennio fascista». Il capogruppo del Pd Roberto Grigoletto (in foto) commenta così il veto posto dal Comune sull’uso della pescheria, sabato prossimo, da parte dell’associazione enzimi per uno spettacolo di danza e teatro dedicato all’acqua. Ca’ Sugana ha giustificato la mancata concessione con non meglio precisati motivi di sicurezza. «Sono patetiche le ragioni di sicurezza accampate - incalza Grigoletto - La verità è che, avendo la compagnia teatrale pubblicizzato l’evento presso tutte le associazioni operanti a Treviso, è capitato che l’Ubik abbia rilanciato l’iniziativa sul proprio sito. E Gobbo è saltato sulle sedia, chiedendo spiegazione al solito ignaro assessore Bastianetto: temeva una manifestazione simile a quella sui bastioni della mura, di stampo politico, è ha negato il permesso.

Ma ha preso una cantonata memorabile: Enzimi non ha nulla a che fare con i no global dell’Ubik, è solo una compagnia teatrale che sta portando in giro per l’Italia uno spettacolo sull’acqua. Il sindaco farebbe bene a scusarsi e a concedere subito l’autorizzazione. Mi aspetto anche un pronunciamento del presidente del Consiglio comunale Salvadori, che nella penultima riunione della conferenza dei capigruppo ha consegnato a ciascuno di noi un depliant informativo proprio su Enzimi...».

Scende in campo anche Nicola Atalmi dei Comunisti italiani: «Siamo all’ennesimo caso di abuso e di arbitrarietà da parte dell’amministrazione, che ha preso l’abitudine di negare a suo piacimento l’autorizzazione a iniziative che non siano allineate con il pensiero unico padano. Sono curioso di conoscere le vere motivazioni di questo diniego, che non possono certo essere legate alla sicurezza del posto, visto che proprio in pescheria mesi fa si è tenuta la manifestazione “Isola del gusto”, che l’ha trasformata in un grande ristorante all’aperto, affollato da centinaia di persone. Ma ho avuto anche altre segnalazioni da parte di associazioni importanti che si sono viste negare autorizzazioni per i più svariati motivi. Domani in consiglio chiederò chiarimenti».

Tratto dalla Tribuna di Treviso 23 novembre 2010

Links Utili:
 

Bookmark and Share