Trento - giornata internazionale del diritto allo studio, save school not banks!

Mattinata di mobilitazione con corteo nelle strade della città e assemblea pubblica sotto il rettorato. Trento wake up!

17 / 11 / 2011

Questa mattina anche a Trento gli studenti medi ed universitari hanno voluto manifestare il proprio dissenso verso le politiche di tagli selvaggi nella giornata internazionale del diritto allo studio.

Più di 500 persone si sono date appuntamento oggi per reclamare un futuro migliore ed una scuola intesa come bene comune da tutelare. I numerosi interventi dal camion hanno chiesto un scuola di qualità accessibile a tutti, di rivedere i finanziamenti sempre maggiori alle private e di dirottare i soldi utilizzati per le grandi opere e le speculazioni immobiliari sui servizi essenziali per la collettività, quali appunto la formazione, la sanità, la cultura, il reddito. Non è mancata la solidarietà agli operai della Wirlphool sotto ricatto dalla multinazionale che, dopo aver intascato soldi provinciali, si appresta ad operare 70 licenziamenti.

Il corteo con alla testa il book block dopo aver percorso le vie della città e aver fatto tappa all'istituto privato Arcivescole riempiendolo di decibel, si è in un primo momento trasformato in un assedio gioioso davanti al palazzo della Provincia, dove all'esterno sono state sistemate delle bare rappresentanti futuro, scuola e cultura e appeso uno striscione (noi la crisi non la pagiamo! scuola bene comune) contro le politiche provinciali, che al pari di quelle nazionali, stanno smantellando l'istruzione pubblica.

Dopo un un'ora di presidio gioioso sotto i palazzi del potere locale gli studenti hanno deciso di continuare la giornata di mobilitazione lanciando un'assemblea pubblica sotto il rettorato di Trento dove si stava tenendo l'ennesima riunione d'ateneo per decidere il nuovo statuto senza la presenza degli studenti.

Centinaia di persone sedute sotto il rettorato hanno così deciso di riprendersi la parola e la democrazia, divenuta per il rettore un impaccio e inutile orpello,  promuovendo un'assemblea per discutere, confrontarsi e organizzare le prossime mobilitazioni.

Bookmark and Share

Riccardo - Studenti medi

Ludovica - Trento Anomala

Corteo studenti