Trento-11.10.13-Cronaca della giornata di mobilitazione studentesca

Nel pomeriggio la mobilitazione è stata generalizzata in città con l'iniziativa sulla casa #homesweethome

11 / 10 / 2013

è Oggi, nella giornata di mobilitazione studentesca, anche a Trento sono scese in piazza oltre cento persone.

Il corteo, partito da Piazza Fiera, ha attraversato le vie del centro storico dando voce alle istanze di chi non rinuncia ad alzare la testa ed indignarsi nei confronti di una scuola sempre più dequalificata.

Nel corso del percorso è stata sanzionata la sede della Lega, per l'abolizione della legge Bossi-Fini, la cancellazione del reato di clandestinità e la chiusura di tutti i CIE.

In seguito c'è stato un blitz anche alla sede del Partitoi Democratico, in cui è stato calato lo stiscione "altre elezioni altre promesse ma la scuola decresce".

La manifestazione è proseguita fino alla centralissima piazza Dante, dove è stata sanzionata la sede di Trentino Trasporti per rivendicare una mobilità accessibile a tutti.

La mattinata di mobilitazione si è conclusa sotto la Provincia, dove gli studenti si sono riappropriati di una piazza per fare una assemblea pubblica, in cui rilanciano un appuntamento la prossima settimana con un incontro aperto a tutti gli studenti.

La giornata è continuata nel pomeriggio con una iniziativa pubblica di segnalazione attiva di uno stabile sfitto di proprietà dell'Itea.

Studenti, precari, attivisti del Cso Bruno e sindacalisti di base hanno generalizzato la mobilitazione studentesca, aprendola al tema della casa, del reddito e di un nuovo Welfare per tutte e tutti.

Bookmark and Share

Trento-Corteo Studentesco-intervento di Stefano

Trento-Corteo Studentesco-striscione alla sede del PD

Trento-Corteo Studentesco-vari interventi dal corteo